in

A Perugia tre giorni di assemblea Avis nazionale tra eventi e spunti di riflessione

Gli organizzatori: «Da questo che è un punto di partenza si dovrà costruire una crescita di donazioni e donatori»

PERUGIA – Grande successo per l’assemblea nazionale Avis, giunta all’88esima edizione, che ha animato Perugia dal 20 al 22 maggio nella tre giorni promossa da Avis Umbria. Oltre 70 i volontari che durante l’evento hanno garantito un accesso controllato in sicurezza alle sale e supporto alle attività, permettendo agli oltre 750 delegati di assistere ai lavori assembleari.

Due gli appuntamenti collaterali che hanno completato il programma dell’assemblea, “Cambia-menti” venerdì 20 maggio e “Avis sotto le stelle” sabato 21 maggio, che hanno fatto registrare, come commentano gli organizzatori: «Un grande successo sia per qualità che per quantità di presenze. Di assoluta eccellenza il supporto logistico dato attraverso Bus Italia e con la supervisione di Enzo Ragni – hanno commentato da Avis Umbria – a cui vanno i nostri ringraziamenti per aver coordinato i sei bus messi a disposizione dei delegati che nei tre giorni hanno trasportato complessivamente oltre 3.450 persone».
Nell’ambito del programma di eventi aperti a tutti, i ragazzi di Avis nazionale hanno partecipato a un incontro nell’aula magna del rettorato dell’Università degli studi di Perugia, interamente gestito dai giovani di Avis Umbria e Coldiretti e dagli studenti universitari, alla presenza del rettore Maurizio Oliviero, del presidente nazionale di Avis Gianpietro Briola e di quello regionale Enrico Marconi. Ospiti della serata Giovanni Caccamo in remoto e Andrea Caschetto in presenza che ha contagiato i presenti con il suo sorriso e la sua storia. Di assoluto livello il video in cui, a sorpresa, Isabella Giovagnoni ha interpretato magistralmente alcuni passi del libro scritto da Caschetto.

Assemblea nazionale Avis_serata in centro storico Perugia

«Un sentito ringraziamento – hanno detto da Avis Umbria – va al magnifico rettore Oliviero, al suo delegato Roberto Rettori che ha seguito costantemente la costruzione della serata, al gruppo giovani di Avis Perugia e della Consulta regionale per aver gestito un evento importante e ricco di contenuti, che ha molto colpito i circa 250 partecipanti delle Avis di tutta Italia».
«Sabato, poi, una serata magica – ha aggiunto Fabrizio Rasimelli, vicepresidente di Avis Umbria – come non se ne vedevano da anni a Perugia con migliaia e migliaia di persone in centro storico. La musica, giovane, con il rapper Teo e 5 band di cui sentiremo certamente parlare nei prossimi anni hanno animato il contest vinto dalla Falegnameria Marri, acclamata da un pubblico nutrito e in delirio. La serata ha previsto anche arte con l’evento “Pittori sotto le stelle” curato dall’associazione La casa degli artisti e moda con una sfilata dell’Istituto italiano di design impreziosita dalle scalette della sala dei Notari che ha affascinato le migliaia di persone che hanno preso d’assalto, in assoluto ordine e con la felicità di altri tempi, il centro storico e lo hanno reso ancora una volta “il salotto d’Italia”. La comicità di Antonio Mezzancella è stata liberatoria, partecipata e apprezzata, le canzoni di Paolo Vallesi sono state un momento molto bello e di profonda partecipazione del pubblico che sulle note della nota canzone “La forza della vita” si è letteralmente scatenato cantando insieme all’artista. Le Kinkie’s 4, stupende donne di Gubbio, hanno interpretato grandi successi dei più importanti musical e con la loro maglietta e le scarpe rosse hanno lanciato, come in ogni concerto, il loro messaggio contro la violenza sulle donne che Avis ha raccolto e fatto proprio con una maglietta a supporto. Sul palco ancora una volta Andrea Caschetto che ha portato il suo sorriso e lo ha regalato a tutti i presenti. Hanno chiuso la serata i Pyrovaghi con il loro spettacolo “Maktub” fatto di luci, suoni e fuoco rendendo Piazza IV Novembre per una sera Marrakech».
«Perugia e l’Umbria – hanno concluso da Avis Umbria – hanno saputo essere accoglienti e dare il meglio di sé con i 1.200 ospiti, i nostri ambasciatori provenienti da tutta Italia che sono tornati nelle loro regioni con un ricordo bellissimo della città, delle bellezze del territorio, di quanto Avis Perugia e Umbria abbiano saputo fare per loro e per il movimento Avis regionale. Da questo, che non è un punto di arrivo ma di partenza, si dovrà costruire una crescita costante sia in termini di donazioni che di donatori».

dino ricci

Cambio di presidenza alla Molini popolari riuniti. Il 28 maggio assemblea dei soci

Bruce Springsteen tour Italia

Bruce Springsteen torna on the road con la E street band: tre le date in Italia