in

Magione mette al tappeto il bullismo con Suilp, Margot e forze dell’ordine

Un pomeriggio tra riflessioni, giochi didattici e solidarietà

MAGIONE (Perugia) – “Mettiamo al tappeto il bullismo” è l’iniziativa che ha preso il via a Casenuove di Magione, promossa dalla proloco 5Mulini e realizzata in collaborazione con esperti del Siulp, Libertas Margot, con l’intervento del Comune di Magione, dei carabinieri del comando locale e rappresentanti della Misericordia. Presente anche il questore di Perugia Giuseppe Bellassai che ha sottolineato la volontà ad essere vicino ai cittadini, soprattutto in occasioni che vedono l’impegno delle piccole comunità a salvaguardare i valori di familiarità e accoglienza.

Non solo interventi istituzionali, ma anche un gioco didattico con Angelo Biondo di Margot che ha coinvolto i ragazzi presenti fino alla composizione di un cartellone in cui sono stati evidenziati i comportamenti da tenere e le azioni da compiere quando si è vittime di bullismo. Come ha detto la presidente della proloco, Ilenia Giannoni, un clima di grande socialità e allegria ha caratterizzato il pomeriggio che è proseguito, grazie alla presenza dei volontari e del presidente della Misericordia Fabrizio Alunni, con la raccolta fondi per la piccola Lucia, affetta da una malattia complessa, per la quale sono stati raccolti circa 1200. Dalla proloco fanno sapere che le donazioni stanno continuando ad arrivare tutt’ora.

Bellisai e Chiodini Magione

All’incontro sono intervenuti don Stefano Orsini, il sindaco Giacomo Chiodini, il vicesindaco Massimo Lagetti, gli assessori Silvia Burzigotti e Massimo Ollieri oltre a consiglieri comunali.

“Morgingab”, il nuovo libro di Marina Trastulla tra musica e parole alla sala dei Notari

In 350 sull’altopiano di Verchiano per il raduno regionale Cai Umbria

In 350 sull’altopiano di Verchiano per il raduno regionale Cai Umbria