in ,

Nuovo valzer a palazzo Spada: ecco chi cambia casacca

Altro giro, altro cambio di scranno. Il ventisettesimo in poco più di quattro anni

TERNI – Altro giro, altro cambio di scranno. Il ventisettesimo in poco più di quattro anni. E l’obiettivo di fine legislatura, giugno 2023, sembra ormai quello di sfondare il muro dei trenta.

Trenta passaggi da un gruppo all’altro, con cambi anche tra i due schieramenti.
Per domani mattina alle 9, di buon’ora, Raffaele Nevi convoca una conferenza stampa per annunciare nuovi passaggi, tutti interni al centrodestra di Terni.
Doriana Musacchi del gruppo Misto dovrebbe passare a Forza Italia. La Musacchi quattro anni fa era stata eletta nella Lega e nel 2019 era passata al misto, pur sostenendo sempre il sindaco Latini. In Forza Italia troverà la capogruppo Lucia Dominici e il presidente del consiglio Francesco Ferranti. Con il suo ingresso – sempre se confermato domani mattina – tramonta il progetto civico che in questi anni l’aveva vista vicina al consigliere Michele Rossi di Terni Civica.
Altri rumors riguardano il capogruppo della Lega Federico Brizi, a sua volta quattro anni fa eletto in Forza Italia. Ora Brizi viene dato come deluso dalle ultime evoluzioni della Lega e da alcuni recenti passaggi dell’amministrazione Latini, in particolare sui temi urbanistici.

Sullo sfondo la preparazione di una lista civica, sempre agganciata al centrodestra, capace di dare nuovo slancio alla compagine e al sindaco Latini. Una lista che vedrebbe la presenza anche del vicesindaco Benedetta Salvati. Un pezzo da novanta.
Infine Fdi partito in forte ascesa, con un piccolo scivolone: l’astensione sull’atto di indirizzo voluto dalle sinistre su Pride in Umbria ha creato ulteriori attriti con la Lega, da sempre dura e pura sui temi della famiglia tradizionale.

Memorial calcio giovanile “Luisa Pruni Piccioni”

Arrone dice addio a Emilio Bartolini