in

Quattordici anni e tanta grinta: Francesca Pencelli vince la Bizzarri Golf Cup

Record di presenze a Perugia per l’edizione 2022

PERUGIA – È la giovane perugina Francesca Pencelli, di soli quattordici anni, a vincere su più di duecento partecipanti la 19esima edizione della Bizzarri Golf Cup, sui green di Santa Sabina dal 10 al 12 giugno. Prima figura femminile ad aggiudicarsi il titolo in quasi venti anni di torneo sui green di Santa Sabina.

All’evento golfistico amatoriale sui green di Perugia dal 10 al 12 giugno, tra i più attesi e apprezzati del panorama nazionale e internazionale, quest’anno con un record di presenze, nella “Prima categoria”, dopo il primo assoluto della Pencelli, si sono piazzati Aurora Antonelli (primo lordo), Fabio Lepri (secondo lordo) e Marco Di Carlo (primo netto), per un podio quindi molto perugino e molto “rosa”; nella “Seconda categoria”: Giuseppe Rondolini (primo lordo), Marco Trentini (secondo lordo), Michele Picchio (primo netto); nella “Terza categoria”: Stefano Lopez (primo lordo), Giuseppe Sava (secondo lordo), Marco Brunelli (primo netto). Inoltre, prima delle donne è Isabella Antonelli, primo senior Fabrizio Brozzi, primo junior Giulio Cannoni, primo over 60 Giovanni Cristofani.

Bizzarri Golf Cup 2022_Pencelli 3

Da venerdì a domenica si sono tutti sfidati tra buche e prati, bunker e green, esprimendosi in amicizia e rivalità, sport e divertimento, agonismo e relax, con una battaglia finale domenica che ha visto protagonista, come ormai da tradizione, anche un famoso perugino come Augusto De Megni. Solo da spettatore quest’anno è tornato a fare visita al torneo pure un altro famoso perugino, l’imprenditore Mariano Di Vaio. Tra i partecipanti si può segnalare anche Matthew Lee, ambasciatore in Italia della Repubblica popolare di Cina.
Nata dalla passione di Marco Bizzarri, presidente della Bizzarri Srl, azienda folignate protagonista del polo industriale dell’arredamento e delle forniture per la Gdo, l’iniziativa anche quest’anno ha voluto implementare lo scambio di esperienze degli appassionati di golf. Per tre giorni si è potuta così vivere un’esperienza unica in cui lo spirito agonistico ha incontrato il divertimento, la cultura e la bellezza di una regione famosa per essere il cuore “green” d’Italia.

Perugia 1416, vince per la prima volta il Rione di Porta Sant’Angelo

G. Scarpati e N. Venturini

Per Castiglione Cinema una quinta edizione di grande partecipazione