in ,

Urla insulti, tira giù i pantaloni e mostra i genitali: denunciato un uomo a Spoleto

Intervento della polizia alla stazione locale

SPOLETO (Perugia) – Denunciato per reato di atti osceni in luogo pubblico. È accaduto a Spoleto dove gli agenti di polizia del comando locale sono intervenuti, dopo una chiamata al numero unico di emergenza europeo di due donne, nella stazione ferroviaria per la presenza di uomo molesto che infastidiva i presenti.

Giunti sul posto, i poliziotti hanno preso contatto con le signore, rispettivamente classe 1972 e 1974, che avevano accompagnato un amico minorenne a prendere il treno per tornare a casa. Giunti in prossimità del binario, i tre avevano notato un uomo – poi identificato come un cittadino italiano, classe 1972, con precedenti di polizia per reati contro la persona – che, dopo aver iniziato ad urlare e a inveire nei loro confronti, si era abbassato i pantaloni mostrando i genitali.
Le due donne hanno raccontato che dopo aver fatto salire il ragazzo sul treno, il 50enne aveva continuato a lanciare insulti e, temendo di incontrare nuovamente l’uomo nel sottopassaggio, avevano deciso di chiedere aiuto alla polizia. Versione poi confermata successivamente anche dal minore.
Avvicinato l’uomo, in palese stato di ebbrezza, gli agenti lo hanno identificato e denunciato all’autorità giudiziaria per il reato di atti osceni in luogo pubblico.

Verso le elezioni/ Letta rinvia la riunione del Pd sulle candidature a Ferragosto per provare a risolvere i tanti casi Verini (con Bonaccini che incombe)

Toquinho_e_Camilla_Faustino

Musica e poesia con i 50 anni di successi di Toquinho aCostacciaro