in ,

Meglio il carcere che la sorella, 60enne chiede la revoca dei domiciliari e torna dietro le sbarre

L’uomo si è presentato dai carabinieri dopo l’ennesima lite in casa

BASTIA UMBRA (Perugia) – Meglio il carcere che continuare a vivere con la sorella. Un sessantenne, residente a Bastia Umbra, dal gennaio del 2021, stava scontando un periodo di detenzione ai domiciliari a casa della sorella.

Ma la convivenza, evidentemente, è diventata insopportabile, tanto che l’uomo, un 60enne, è andato dai carabinieri per chiedere di poter tornare in carcere. Si era presentato, in orario consentito dal suo regime di detenzione, dicendo di aver nuovamente litigato con la donna e che la convivenza era ormai diventata impossibile e l’ultima discussione era la classica goccia che fa traboccare il vaso. I carabinieri hanno inoltrato la richiesta all’ufficio di sorveglianza che ha emesso un ordine di revoca dei domiciliari. Ora il 60enne è in carcere in attesa della decisione del Tribunale.

Energia rinnovabile, previsto tavolo tecnico tra Regione e associazioni

Terni, il Movimento 5 Stelle contro il caro bollette: «Cinquecento euro a famiglia per superare la crisi»