in ,

Ma Solomeo è davvero alle porte di Assisi? La rete si interroga sul grande Brunello geografo

La polemica sui social. Braccio Fortebracci: «Perugia denigrata». «No, è solo marketing»

PERUGIA – «Questo prodotto di qualità frutto del nostro lavoro nasce a Solomeo piccolo borgo medievale alle porte di Assisi, dove l’uomo e la Natura conoscono ancora i ritmi armoniosi del Tempo».

Ecco cosa si legge sulle pregiate etichette dei prodotti di Brunello Cucinelli. E basta il richiamo a Solomeo borgo «alle porte di Assisi» per scatenare la polemica sui social. Perché Perugia non ci sta a essere scavalcata dalla città francescana, da cui l’imprenditore del cashmere trae da sempre ispirazione. E in rete basta un post che sottolinei la particolare ricostruzione geografica per sollevare l’indignazione. In campo scende anche Alexio Bachiorri, il Braccio Fortebracci di Perugia 1416: «Perugia continuamente denigrata e violentata», scrive. E i commenti contro l’errore geografico si sprecano. A nulla vale ricordare come anche sulle guide straniere la stessa Perugia sia definita come «near Assisi», con la città di san Francesco certamente conosciuta in tutto il mondo. Insomma, una forzatura topografica in nome del marketing, considerando come le stesse etichette distribuite in Italia facciano il giro del mondo e Assisi sia quindi un volano di innegabile richiamo. Ma il web è partito e la polemica domenicale è servita.

Il post:

A Macereto dove si inginocchiò un mulo, lì fu Santuario

Torna Week Hand, a Foligno il festival nazionale del fatto a mano