in

Terni, clima rovente sui conti. L’attacco di Sinistra Italiana

Niente Dup e bilancio in bilico, il gruppo politico: importante segnale

TERNI – Clima rovente sul piano politico dopo il consiglio comunale. A prendere parola in particolare sulla mancata approvazione del Dup e del bilancio è il gruppo di Terni di Sinistra Italiana.

«La due giorni di sedute di Consiglio che si sarebbero dovute dedicare ai conti del Comune – si legge in una nota del SI – si è chiusa con la mancata approvazione da parte della maggioranza del bilancio 2023 e del documento di  programmazione triennale presentati dalla Giunta Latini – Masselli. Si tratta di un fatto dal significato politico inequivocabile, una sfiducia della maggioranza consiliare verso la Giunta, una evidente smentita dei proclami di unità che sono venuti dalle forze politiche del centro destra. La mancata riconferma della candidatura del sindaco Latini –  prosegue la nota – e la mancata designazione di un candidato unico del centro destra, fino a questo momento, non sono solo il segno di uno scontro di potere, ma di una evidente difficoltà politica.

Peraltro bilancio previsionale e Dup sembrano non tenere conto di tale disagio e della richiesta che il Comune concorra ad attenuare gli effetti della crisi economica e della inflazione galoppante. Le previsioni di entrata poggiano su aliquote Imu al massimo consentito, su tariffe per servizi a domanda individuale che ne impediscono l’uso da parte delle famiglie monoreddito, sulla irrogazione di multe ai cittadini per quasi otto milioni di euro-anno per il corrente anno e per i prossimi due anni.

Fermi tutti: l’estate in Umbria ora è anche Goran Bregović

Terni, negato il consiglio straordinario sulla sanità. E’ bagarre