in

Perugia, Libriamoci al Giordano Bruno: gli studenti incontrano premi Campiello e Strega

L’iniziativa dell’istituto superiore

PERUGIA – Rosella Postorino ha incontrato numerose classi dell’istituto Giordano Bruno per presentare il suo romanzo “Le assaggiatrici”, vincitore del Premio Campiello 2018.

Le classi quinte dei diversi Indirizzi della Scuola (Liceo Linguistico; Liceo Scientifico delle Scienze Applicate; Chimica, Materiali e Biotecnologie; Sistema Moda) hanno proposto le loro domande all’ autrice, cercando con lei le chiavi di interpretazione dell’opera. Un’iniziativa nell’ambito del progetto Libriamoci, di cui è referente la docente Patrizia Sargentini. Guerra, dittatura nazista, fame, povertà, paura, separazione dagli affetti costituiscono la cornice storica ed esistenziale della condizione delle assaggiatrici di Hitler, costrette a cibarsi tre volte al giorno di pietanze che avrebbero potuto costringerle ad una fine non voluta. Nell’incombere nefasto ed ineludibile del dittatore, il romanzo “Le assaggiatrici” di Rosella Postorino, vincitore del Premio Rapallo e del Premio Campiello 2018, delinea un intreccio complesso di sentimenti
contraddittori, quali, da una parte, l’ansia, il senso di annullamento di esistenze “forzate” nel timore costante della morte e, dall’altra, l’impulso disperato alla vita e all’amore: nella disumanità del Male assoluto, si agita la ricerca spesso antieroica e, per questo vera, dell’umanità. Uso delle fonti storiche, attenta indagine psicologica e rappresentazione sociale ed antropologica di identità femminili “umiliate ed offese” collaborano nella resa della banalità di un Male quotidiano.

L’incontro dibattito si colloca nella serie delle iniziative per la promozione della lettura che il “Giordano Bruno” conduce da anni e, da tre anni, come Scuola Capofila di una Rete di Scuole comprendente anche le Scuole Secondarie di I grado di alcuni Istituti Comprensivi. E’ questo infatti il secondo di tre incontri con gli autori che la scuola ha organizzato e che hanno visto, quest’anno come negli scorsi anni scolastici, una sincera ed appassionata partecipazione da parte degli studenti.
Hanno collaborato all’incontro le Associazioni “DEMEA. Eventi culturali” e “Fulgineamente”, da anni impegnate in svariate iniziative con le scuole, mentre ieri si è già tenuto l’incontro con Nadia Terranova, finalista del Premio Strega 2019 per il romanzo di formazione “Addio fantasmi”, a cui hanno partecipato varie classi del Giordano Bruno e tre classi terze medie dell’Istituto Comprensivo Perugia 9 di San Martino in Campo e San Martino in Colle.

A Corciano Colora il Carnevale di allegria

Quando lo studio premia: le borse di studio Franco Todini