in

Con “In Italy” un connubio di studio, produzioni tipiche e turismo

In questa edizione si potranno conoscere alcune realtà aziendali e alcuni esperti di prestigio internazionale

L'Università per stranieri di Perugia (foto Settonce, ©RIPRODUZIONE RISERVATA)

PERUGIA – Torna a palazzo Gallenga a Perugia dal 4 al 6 maggio, con finale posticipata al 27 maggio, “In Italy”, festival delle Culture del cibo e dell’ospitalità promosso dall’Università per stranieri di Perugia nato nel 2019, tra gli eventi collegati al corso di laurea triennale “Made in Italy, cibo e ospitalità”.

Le prime due giornate prenderanno il via nell’aula magna della sede dell’Unistrapg tra conferenze e interventi che andranno dal turismo gastronomico alla sostenibilità nella ristorazione, dal cibo come strumento di rilancio dei territori terremotati alla letteratura di viaggio, dalla rete internazionale dei mercati contadini alla produzione del cioccolato, dalla storia dell’alimentazione a quella del vino.
Molti gli ospiti che parteciperanno: Roberta Garibaldi (amministratore delegato di Enit e direttrice dell’Osservatorio per il turismo enogastronomico), in collegamento video Cristina Bowerman (chef entrepreneuse e presidente Ambasciatori del gusto), Annalisa L. Cavaleri (giornalista e docente di Antropologia del cibo all’Università Iulm di Milano), Tiziana Primori (oresidente Fico EatalyWorld), Nicola Alemanno (sindaco di Norcia), Fabiana Cacciapuoti (Centro nazionale di studi leopardiani e consulente scientifica di Casa Leopardi), Stefano Mangioni (segretario generale dei Parchi letterari), Francesca Masi (responsabile del progetto “700 Viva Dante” del Comune di Ravenna), Eugenio Guarducci (presidente di Eurochocolate), Carmelo Troccoli (coordinatore mondiale della Wfmc), Alberto Capatti (storico dell’alimentazione e della gastronomia), Allen J. Grieco (professore emerito Harvard University center of Italian renaissance studies-Villa I Tatti), Nicola D’Auria (presidente nazionale del movimento Turismo del vino), Giovanni Dubini (presidente movimento Turismo del vino dell’Umbria), Massimo Sepiacci (presidente Umbria top wines).
Il 6 maggio è prevista una giornata a Scheggino riservata agli studenti dell’Università per stranieri e dedicata al mondo del tartufo. Le attività in programma sono organizzate in collaborazione con Urbani tartufi e prevedono anche l’incontro con la realtà dell’albergo diffuso “Torre del Nera”.
Il 27 maggio ospite del festival sarà il fondatore di Slow Food, Carlo Petrini.
«In Italy – spiega Giovanni Capecchi, presidente del Mico – rappresenta un importante momento di studio e raccordo col territorio per l’Università per stranieri, per il corso di laurea Mico e per tutti i nostri studenti, italiani e stranieri. In questa edizione 2022 si avrà modo di conoscere alcune realtà aziendali ed alcuni esperti di cibo e turismo di prestigio internazionale, ed inoltre la diretta streaming consentirà di seguire l’iniziativa anche agli studenti delle scuole superiori che non avranno modo di parteciparvi».
“In Italy” è organizzato in collaborazione con Coldiretti, Confcommercio, Aidda, Eurochocolate, Confartigianato Cuneo, ArcheoFood, Movimento Turismo del vino e Umbria top, e con il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio di Perugia.
L’ingresso alla manifestazione è libero e gratuito previa iscrizione.

caserma carabinieri Perugia

Abbandona un anziano per tre notti: denunciato un badante

benedizione fraporta 2 (archivio 2019)

Corteo rossoblù verso San Francesco: benedizione e investitura dei cavalieri di Fraporta