in

A Perugia un fine settimana per la finale di “Amur per i nuovi talenti”

I musicisti si esibiranno in veri e propri mini concerti aperti al pubblico

PERUGIA – Duo Biagioli – Navarra, il duo David, il duo Pastine – Contaldo, il duo Rimonda – Mossali, il Faccini piano duo, il trio Ad libitum, il trio Chagall, il trio Eidos, il trio Rigamonti, e il Vagues saxophone quartet sono i dieci ensemble finalisti che dal 4 dalle 14.30 al 5 giugno dalle 9.30 si confronteranno alla sala dei Notari di Perugia durante “Amur per i nuovi talenti” 2022, la call biennale di residenze artistiche per giovani ensemble di musica da camera promossa dall’omonimo comitato (associazioni Musicali in rete).

I rappresentanti di queste istituzioni saranno presenti nel capoluogo umbro nella giuria che valuterà i gruppi finalisti, provenienti da tutta Italia, che saranno impegnati in veri e propri mini concerti aperti al pubblico. Un’occasione per assistere alle esibizioni di giovani talenti che in futuro potrà ritrovare sui palchi delle stagioni concertistiche ufficiali.

AMUR

Aperta a ogni tipo di ensemble strumentale, vocale o misto, da due fino a sei esecutori, composto da musicisti italiani o stranieri residenti in Italia di età media non superiore ai 30 anni, “Amur per i nuovi talenti” è un trampolino di lancio per tutti coloro che possono ambire a trasformare lo studio musicale in una carriera: i vincitori effettueranno infatti nella stagione 2023 – 2024 un minimo di cinque concerti per le stagioni concertistiche delle diciassette prestigiose istituzioni che fanno parte del comitato: associazione Alessandro Scarlatti in Campania, associazione Ferrara musica, Fondazione Musica insieme di Bologna e società dei Concerti di Parma in Emilia Romagna, società dei Concerti di Trieste in Friuli-Venezia Giulia, Fondazione La società dei concerti di Milano e società del Quartetto di Milano in Lombardia, Marche concerti, associazione musicale Etnea, associazione siciliana Amici della musica e Filarmonica Laudamo Messina in Sicilia, Amici della musica di Foligno onlus e Fondazione Perugia classica onlus in Umbria, associazione musicale Lucchese in Toscana, società Filarmonica di Trento in Trentino-Alto Adige, Amici della musica di Padova e società del Quartetto di Vicenza in Veneto. Il comitato è nato nel 2020 dalla volontà di riunire alcune tra le più importanti istituzioni d’Italia della musica da camera in un unico organismo, con lo scopo di promuovere attività e obiettivi comuni in un importante progetto di circuitazione nazionale.

Incidente a San Rocco: un ferito trasportato all’ospedale

Alla Rocca di Umbertide cinque artisti per “La fioritura umana”