in ,

“Montelago Celtic Fest”, tutto pronto per la giornata conclusiva: sono 15 mila gli appassionati accorsi all’evento

Al festival della cultura celtica anche il concerto dei Nanowar of Steel, matrimoni a tema e spettacolari rituali del fuoco. LE FOTO

di Francesco Bircolotti

COLFIORITO (Perugia) – Giornata conclusiva per il maxi-evento dedicato alla cultura, agli stili di vita e alla musica celtica in svolgimento sull’altopiano di Colfiorito, ma nel comune di Serravalle di Chienti, nella Marche.

Sono oltre 15.000 gli appassionati accorsi in questo lembo nostrano della terra di mezzo tanto caro a Tolkien. La quasi totalità è accampata nel campeggio allestito ai lati dell’area dedicata ai concerti, all’accampamento storico, alle zone per i giochi di origine nordica. Ma c’è spazio anche per i rituali del fuoco e dei matrimoni celtici, per l’immenso mercato con i prodotti artigianali ispirati al mondo del fantasy, la somministrazione di cibi e bevande a km 0 ispirati alle antiche ricette dei popoli celtici.

Momento clou stasera quando alle 21.15 saliranno sul palco del main stage i celebri The Dubliners, pionieri dal 1962 della diffusione della musica irlandese nel mondo. A seguire i Lennon Kelly con il loro folk-rock dall’Emilia Romagna, i Corte di Lunas dal Friuli e i Brutti di Fosco che giocano in casa e con la loro goliardia hanno sfondato nel panorama alternativo della Celtic Music (è loro l’inno al famoso Mostra Varnelli).

Ieri sera pubblico in visibilio, invece, di fronte all’esibizione dei finlandesi Korpiklaani in tournée mondiale; e al cospetto dello spettacolo The Fire Circle e El Bramido Negro che ha letteralmente incendiato l’arena del popolo di Montelago.

Aggressione di gruppo ai danni di un uomo fuori da una discoteca: denunciato 23enne

Terni: la nuova vita della Modernissima