in ,

Terni, a Marzabotto sono i residenti a pulire e recuperare i giardini del quartiere

Vegetazione incolta, rami spezzati, campi da tennis e panchine in disuso: un parco rimesso in sesto dagli abitanti all’uso di tutti

di L.C.

TERNI – Erano giorni se non settimane che i giardini che interessavano una porzione di via Alfonsine e via Marzabotto versavano in condizioni d’incuria e pericolosità. I recenti nubifragi che si sono riversati su Terni non hanno che peggiorato la situazione, abbattendo ancora più rami e siepi dei parchetti residenziali e creando una vera e propria “selva oscura”, come l’ha definita via social un’abitante della zona.

Le foto condivise su Facebook non lasciano dubbi: panchine arrugginite e abbandonate interamente coperte da erbacce o rampicanti, rami spezzati e caduti ovunque a impedire spesso anche il passaggio delle persone, foglie a riempire le stradine come se fosse neve verde ancora fresca precipitata e mai
spazzata via. Forse stanchi di dover attendere qualche intervento pubblico del Comune e consapevoli di dover rimboccarsi le maniche per risolvere il problema il prima possibile, però, gli abitati di Marzabotto hanno deciso di intervenire in prima persona per risanare i giardini e rimetterli all’uso di tutti gli abitanti.
Si legge così nel post Facebook di una residente della zona: «Ci sono voluti giorni e giorni di lavoro per recuperare all’uso di tutti gli abitanti quei giardini che si trovano a ridosso dei campi da tennis, anch’essi in disuso da anni. Grandi rami pericolanti, piante infestanti grandi e insediate, erba alta, panchine avvolte dagli arbusti, alberi secchi, ogni genere di vegetazione spontanea incolta a impedire la fruibilità di quegli ampi spazi. Buona volontà, attrezzatura giusta, un piccolo motocarro, due braccia (a volte quattro) e tanta voglia di strappare all’incuria quei luoghi. Vada un grazie agli anziani abitanti che hanno messo mano al portafoglio e a diversi amici instancabili e indefessi».
Nelle immagini che trovate in calce c’è il prima e il dopo. A testimonianza che l’impegno civico esiste ancora e genere risultati.

Trovata morta in casa, indagini in corso

Historia-tango-nuevo2

Tango in chiave jazz per il prossimo appuntamento con il festival dei Borghi più belli dell’Umbria