in ,

George Leonard, il principe di Foligno alla corte di re Giorgio (Armani)

Dal Grande Fratello alla realizzazione della sua linea di occhiali per la famosa casa di moda

di Arianna Sorrentino

PERUGIA – Dal reality alla collaborazione con Giorgio Armani: inizia un nuovo capitolo per George Leonard, il folignate conosciuto come “il principe” nella casa del Grande Fratello nell’edizione 2010. Gli appassionati dei reality se lo ricorderanno sicuramente per i suoi look ricercati e per un’attenzione al dettaglio che non passava inosservata.

Oggi, quarantunenne, la ricerca per la precisione nel modo di apparire è rimasta e l’ha saputa trasferire anche nel suo impegno lavorativo: nel 2015 fonda il suo marchio McLeonard specializzato nella realizzazione di gioielli unisex prodotti con pietre dure naturali e metalli preziosi. La pagina bianca che sta scrivendo è quella dedicata alla casa di moda di Giorgio Armani. Spiega George a Umbria7: «Abbiamo realizzato sei modelli di occhiali pensati e ideati nello stile del grande stilista italiano. La caratteristica è il materiale con cui sono prodotti: gli occhiali nascono dal riciclo dei dischi in vinile. Abbiamo voluto ridare nuova vita a quelli rovinati». Da una passione, quella della musica – George è anche un producer e musicista – ne nasce così un’altra, quella della realizzazione di accessori stilosi.
I prodotti nascono ad Ibiza, dove vive per sei mesi l’anno ma sono legati all’Umbria, come lui stesso sottolinea: «L’anima dei miei occhiali è in acciaio, che faccio fare a Terni. L’Umbria è una terra di cultura, storia e arte. Mi piace riportare i sani principi della mia terra riproponendoli nelle mie creazioni». I modelli che verranno presentati in autunno, saranno poi in commercio nel primo trimestre del 2024. «Sono occhiali accessibili a tutti. Sono eleganti e unisex. Abbiamo creato l’eccellenza con la semplicità. Le spese sono state abbattute: si troveranno intorno ai 190 euro». George svela la sua formula vincente, quella che ha fatto avvicinare Giorgio Armani: «Credo che lui abbia visto in noi dei grandi lavoratori. Lavoriamo in maniera umile ma lungimirante e tutti ci impegniamo per far diventare realtà i nostri sogni. Siamo uno spritz di innovazione e follia. Ci è stata data una bella opportunità e lo ringraziamo molto».
Uno sguardo veloce anche al passato, quello vissuto nella casa più spiata d’Italia e che gli ha permesso di entrare nel mondo della televisione: «Il Grande Fratello è stata un’esperienza che ho nel cuore. Sono rimasto in contatto con gli altri della casa e con gli autori di quell’edizione. Siamo amici. Oggi mi trovo a disegnare per un grande stilista, ma questo non toglie il fatto che in futuro potrei rifare un nuovo Grande Fratello».

Bebe Vio in love, baci e abbracci con Gianmarco Viscio: nuova coppia a tutto sport?

Dal sogno alla scena_Pennac

Prosa e danza per i dodici spettacoli della nuova stagione del teatro Secci di Terni