in

Perugia crocevia di sportivi da tutto il mondo con il “Tafisa european sport for all games” 2022

Non solo il capoluogo umbro, ma anche altre città dell’Umbria saranno toccate dal festival

F.C.

PERUGIA – Un evento di vaste dimensioni e prestigio, incentrato sullo sport, ma anche sulle manifestazioni legate alla tradizione, prenderà il via in Umbria dal 23 al 29 settembre con la seconda edizione di “Tafisa european sport for all games”, promosso dalla Federazione italiana giochi e sport tradizionali, nell’ambito del progetto europeo EuFestTsg – European traditional sport and games festival.

La presentazione è stata ospitata dalla Figest giovedì 8 settembre a Roma, nel salone d’Onore del Coni, al Foro Italico, alla presenza, del presidente del Comitato olimpico nazionale italiano, Giovanni Malagò, del presidente nazionale della Figest Enzo Casadidio, del segretario generale di Tafisa Jean Francois Laurent, del presidente del comitato organizzatore Roberto Fabbricini, del direttore della scuola dello Sport e salute Rossana Ciuffetti, del sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti, dell’assessore allo sport del Comune di Perugia Clara Pastorelli (collegata online), del vice presidente vicario Figest Valeriano Vitellozzi, del segretario generale Sergio Manganelli, del presidente regionale Figest Umbria Giuseppe Merli, del presidente provinciale Figest di Macerata Patrizio Romaldini, dei consiglieri federali Claudio Vernaccia, Simone Rossolini, dei presidenti di specialità calcio balilla Nicola Colacicco e del lancio del formaggio Sauro Bargelli.
«Sarà una grande festa per lo sport, per le nostre tradizioni ma anche per i territori coinvolti – ha detto Casadidio – dove centinaia di partecipanti si ritroveranno nello spirito dell’inclusione, del coinvolgimento, del divertimento e dello scambio di buone pratiche. Sarà anche una straordinaria occasione per promuovere uno stile di vita sano attraverso una cittadinanza attiva che incoraggerà la partecipazione all’attività fisica».
«Con questo Festival – ha commentato Malagò – la Figest fa un ulteriore salto in avanti distinguendosi tra le federazioni a livello europeo. Il ruolo che svolge questa realtà in Italia è straordinario, come Coni siamo felici di esserci e di supportare questa come altre iniziative che arrivano direttamente nei territori».

presentazione Tafisa european sport for all games 2022 (4)

In Umbria arriveranno molte organizzazioni nazionali e internazionali di sport tradizionali, ma ce ne saranno anche di nuovi, con l’intento di valorizzare l’attività fisica come momento di inclusione e coinvolgimento e di promuovere uno stile di vita sano. I cittadini, di volta in volta, saranno chiamati a partecipare attivamente.
Sede principale del festival sarà Perugia dove sabato 24 settembre alle 17 si terrà la cerimonia di apertura nello stadio Santa Giuliana. Anche altre location saranno coinvolte, tra centro storico e Pian di Massiano, per creare una connessione simbolica in tutto il capoluogo umbro. Tra gli eventi collaterali, lunedì 26 settembre prenderà il via la conferenza ufficiale della seconda edizione dei Tafisa Games – dedicata al tema della promozione dei giochi e degli sport tradizionali in Europa, ai successi e alle strategie del modello Figest, sui suoi programmi – durante cui si terrà anche la cerimonia di firma dell’accordo Interact, conferenze, workshop, presentazioni di documentari, attività formative sviluppate in collaborazione con l’Università degli studi di Perugia. Sabato 24 settembre al centro Galeazzi della Camera di Commercio alle 11 inaugurazione della mostra delle fiaccole olimpiche del Coni. Nella mattinata di martedì 27 settembre, invece, allo stadio Santa Giuliana si svolgerà lo School day che vedrà protagonisti gli alunni delle delegazioni che parteciperanno alla kermesse.

NON SOLO PERUGIA

Altre città umbre saranno toccate dall’iniziativa. Lunedì 26 settembre Acquasparte e Todi ospiteranno per una giornata alcune delegazioni internazionali, col supporto della Figest e delle sue associazioni, per dare vita a un festival nel festival durante il quale saranno promosse le identità culturali e sportive del territorio. Martedì 27 settembre a Gualdo Tadino sarà la volta della cerimonia conclusiva dell’evento messo in campo attraverso il supporto dell’ente Giochi de le Porte. Ancora, prima di ripartire, mercoledì 28 settembre i partecipanti potranno vivere l’esperienza di un tour guidato tra Norcia e Cascia, realtà colpite dal terremoto del 2016, le città di Assisi e Spello oppure seguendo un itinerario libero.

Teatro di Narni, presentata la nuova stagione: ci sono anche l’Otello di Shakespeare e Il Gabbiano di Cechov

polizia violenza di genere

Settanta telefonate al giorno alla ex: «Torna a casa o ti ammazzo»