in ,

Block Devils alla conquista di Ankara: seconda vittoria in Champions per la Sir

Domenica spazio alla Superlega con Trento al PalaBarton

foto Cev
R.P.

PERUGIA – Arriva in rimonta la vittoria in rimonta della Sir Sicoma Monini Perugia che, superato il primo set, conquista inflessibile il palasport dello Ziraat Bank Ankara 1-3 ottenendo il secondo successo pieno nella Pool E di Champions League.

La prestazione di alto livello dei padroni di casa alla Tvf Sc Baskent Sports Hallha costretto i Block Devils a giocare un match per larghi tratti punto a punto. Dopo un primo set condotto per gran parte e poi perso ai vantaggi 26-24, i ragazzi di Anastasi non perdono la bussola, impattando dopo un secondo parziale combattuto e chiuso da un ace di Giannelli (22-25) e mettono la freccia con una terza frazione di grande intensità sigillata dal primo tempo di Russo (20-25). Nel quarto set Perugia scappa (3-8), Ankara rimonta sul 12-12 ed apre un lungo punto a punto fino al 19-19. Leon e Rychlicki suonano la carica ed il punto finale di Semeniuk mette il fiocco alla partita (23-25).
Numeri della sfida molto equilibrati (7 ace dello Ziraat contro 8 di Perugia, 7 muri turchi contro 8 bianconeri, 45% in ricezione di Ankara contro 37% della Sir), a decidere senza dubbio il fondamentale dell’attacco dove gli uomini del presidente Sirci fanno la voce grossa (57% di squadra contro 47% dello Ziraat).
Torna Leon dal primo pallone dopo l’infortunio in Supercoppa e ne mette 18 col 50% in attacco e 3 ace, ma l’Mvp è tutto per Rychlicki miglior realizzatore dei suoi con 21 palloni vincenti, 2 ace, 1 muro ed il 69% in attacco (100% su 6 attacchi nel terzo set). Buona la prova di Solè al centro (9 punti con 4 muri), efficaci gli ingressi a gara in corso per Semeniuk, Russo e Colaci.
Punteggio pieno dunque per la Sir Sicoma Monini Perugia nella Pool E dopo due turni. Domani si torna in Italia perché domenica è tempo di big match di Superlega con Trento che arriva al PalaBarton.
«Dopo la brutta caduta in Supercoppa, rientrare stasera in Champions è stato bello – il commento di Wilfredo Leon – mi sento bene e questa è la cosa più importante. Stasera è stata una partita dura, dopo aver perso il primo set abbiamo avuto un’ottima reazione e dimostrato la grande forza della squadra nella quale ognuno dà il suo importante contributo. Adesso torniamo in Italia per preparare la partita di domenica con Trento».

LA PARTITA

Torna Leon in sestetto. In campo anche Piccinelli e Solè. Subito ace del capitano bianconero, poi muro di Plotnytskyi (2-4). Muro vincente anche per Solè (3-6). Pallonetto millimetrico di Plotnytskyi, poi muro di Rychlicki (4-9). Ter Maat accorcia (6-9). Leon e la pipe di Plotnytskyi fanno ripartire Perugia (7-12). Flavio mantiene le distanze (10-15). Solè alza barricate a muro (11-17). Ace di Eksi con l’ausilio del nastro (13-17). Ace anche per Atanasov (15-18). Ancora un servizio vincente dei padroni di casa, stavolta di Bulbul, poi out Leon. Ziraat a -1 (18-19). L’ace nuovamente di Bulbul certifica la parità (19-19). Fuori Ter Maat, Perugia torna a +2 (19-21). Lo Ziraat pareggia subito (21-21). È Perugia ad arrivare per prima al set point con Solè (23-24). Atanasov manda il parziale ai vantaggi (24-24). Murato Plotnytskyi, stavolta il set point è per lo Ziraat (25-24). Chiude Ter Maat (26-24).

foto Cev

Leon (attacco ed ace) suona la carica in avvio di secondo set (1-4). Out Plotnytskyi (3-4). Muro turco e parità (4-4). Ace di Ter Maat con l’ausilio del nastro e lo Ziraat passa avanti (5-4). Dentro Semeniuk. Altro muro dei padroni di casa (7-5). Ace di Semeniuk che impatta (8-8). Dentro anche Russo che va subito a segno a muro (10-12). Tunistra pareggia (12-12). Avanti lo Ziraat con Atanasov (17-16). Perugia rimette la testa avanti con il contrattacco di Rychlicki (19-20). Ace di Leon (19-21). Semeniuk sulle mani alte, poi ancora Rychlicki (20-23). Ter Maat accorcia (22-23). Semeniuk gioca sul muro, set point Perugia (22-24). Ace di Giannelli, Perugia pareggia (22-25).

foto Cev

Equilibrio nella terza frazione (3-3). Si resta in parità dopo il primo tempo di Solè (6-6). Ace di Rychlicki (7-8). Ace di Bulbul (11-10), poi ace di Giannelli (11-12). Rychlicki tiene avanti i suoi (14-15). Out Tunistra (15-17). Semeniuk di potenza (16-19). Parallela da posto quattro di Rychlicki che poi si ripete di fioretto da posto due (18-22). Perugia non si ferma più e con l’attacco di Russo va avanti (20-25).

foto Cev

Russo apre la quarta frazione con due attacchi in fila (1-4). Attacco di seconda di Giannelli (2-5). Mette anche il muro il regista bianconera (3-8). Gli arbitri e Tunistra riportano vicino lo Ziraat (8-10). Ter Maat chiude l’attacco del -1 (10-11). L’ace dell’opposto olandese vale la parità (12-12). Murato Semeniuk, sorpasso Ziraat (14-13). Muro vincente di Solè che riporta avanti i suoi (15-16). Non si intendono Giannelli e Solè, i turchi capovolgono (18-17). Due in fila di Leon (18-19). Fuori Ter Maat (19-21). Il muro dei padroni di casa vuol dire ancora parità (22-22). Rychlicki chiude il contrattacco e porta Perugia al match point (22-24). Semeniuk al secondo tentativo fa scorrere i titoli di coda (23-25).

foto Cev

Terni: cuoco arrestato per spaccio di droga in via Turati

Bartoccini-Fortinfissi Perugia

Bergamo inesorabile: la squadra di Micoli sovrasta la Bartoccini