in ,

Emiliano Maratea a capo della sezione Energia di Confindustria Umbria

Il neo presidente sarà in carica per il biennio 2022-2024: «In questo tempo di crisi energetica ci aspettano sfide impegnative»

PERUGIA – Emiliano Maratea, referente affari istituzionali e sostenibilità per Toscana e Umbria di Enel Italia, è stato eletto presidente della sezione energia di Confindustria Umbria per il biennio 2022-2024. L’elezione è avvenuta nel corso dell’assemblea per il rinnovo delle cariche associative, che si è svolta nella sede di Confindustria Umbria a Perugia. Alla vicepresidenza Matteo Minelli, amministratore delegato dell’azienda Ecosuntek di Gualdo Tadino. Rinnovato anche il Consiglio direttivo della sezione formato da Paolo Allegretti (Comunità Energetiche), Laura Caparvi (Umbria Energy), Andrea Catarinucci (Umbra Acque), Enzo Di Matteo (Lenergia), Leonardo Pozzoli (Free Luce&Gas) e Vincent Spinelli (Edison).

Il presidente uscente Giuseppe Consentino, giunto al termine del proprio mandato, ha ripercorso le tappe principali dell’attività svolta dalla Sezione nell’ultimo quadriennio: «Sono stati anni impegnativi e complessi – ha evidenziato Consentino – durante i quali abbiamo cercato di promuovere iniziative di confronto su tematiche di interesse comune. Tra queste la liberalizzazione del mercato dell’energia e la gestione delle acque, le opportunità di sviluppo delle fonti rinnovabili nel settore elettrico e le strategie per raggiungere gli obiettivi fissati dal Piano nazionale integrato per l’energia e il clima. Durante l’emergenza sanitaria abbiamo inoltre gestito le problematiche legate al lockdown e ci troviamo oggi alle prese con l’incremento esponenziale del prezzo delle materie energetiche, che investe trasversalmente e in modo preoccupante tutti i settori economici, rendendo urgente l’adozione di misure strutturali».

Nel ringraziare l’assemblea per la fiducia dimostrata, il neo presidente Maratea ha sottolineato la volontà di portare avanti il percorso avviato dal suo predecessore: «Intendo svolgere l’incarico che mi è stato affidato, e di cui sono onorato, in continuità con il lavoro di altissimo livello svolto finora – ha affermato Maratea – portando avanti strategie che, con la consapevolezza di oggi, ci portano sempre più ad apprezzare le politiche di efficienza energetica, innovazione, sviluppo delle rinnovabili e sostenibilità proprie di ciascuna impresa. In questo tempo di crisi energetica ci aspettano sfide impegnative, che rendono quanto mai necessaria la collaborazione tra le nostre imprese e un raccordo sempre più stretto con le istituzioni». 

Terni, chiusi gli assoluti provinciali di tennis: «È stata una festa»

Cure oncologiche, rimborso spese ai pazienti. «Una legge di civiltà»