in ,

Terni: la giunta approva il progetto esecutivo del teatro Verdi

Il vicesindaco Benedetta Salvati: « La gara sarà europea a procedura aperta telematica e ci saranno 15 giorni di tempo per la presentazione delle offerte»

TERNI – La giunta comunale ha approvato questa mattina il progetto esecutivo del primo stralcio funzionale dell’intervento di ristrutturazione del teatro comunale Giuseppe Verdi. «Questo significa – spiega il vicesindaco Benedetta Salvati – che potremo andare immediatamente a gara per l’aggiudicazione dei lavori. I costi dell’intervento sono stati adeguati agli ultimi aumenti e ammontano complessivamente a circa 8 milioni e 200mila euro (8.166.783,03).  La gara sarà europea a procedura aperta telematica e ci saranno 15 giorni di tempo per la presentazione delle offerte».
L’intervento complessivo sarà attuato in due stralci funzionali. Il primo stralcio – al quale si darà il via immediatamente – usufruisce di un cofinanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni di due milioni e 300mila euro. Si tratta dell’intervento che vede la città divisa in due, con un nutrito numero di cittadini e addetti ai lavori che ritengono «rischioso andare a scavare sette metri sotto terra, in  pieno centro storico, sulle fondamenta dell’antico palazzo dei Priori, con la possibilità di imbattersi in qualcosa di importante (corso Vecchio si trova in una parallela del cardo). 

 «Per il finanziamento del secondo ed ultimo stralcio funzionale per un importo  di  undici milioni  l’amministrazione comunale – come noto – ha ottenuto un contributo a valere sulla linea di finanziamento “Rigenerazione urbana” per l’annualità 2021 poi confluito nel Pnrr. Si potrà quindi procedere ai lavori di realizzazione del nuovo teatro nei due stralci in continuità. Anche per questo secondo stralcio le procedure per l’affidamento dell’appalto integrato saranno effettuate entro la fine dell’anno».

«Nel primo stralcio sono previsti i lavori di demolizione della parte del teatro retrostante la facciata, la realizzazione del ridotto, dell’involucro del teatro, compreso il tetto, a parte la torre scenica che sarà realizzata con il secondo stralcio. Sono stati inseriti anche i fondi necessari alla supervisione archeologica, peraltro previsti fin dall’inizio».

«Con questa delibera – dichiara il vicesindaco Benedetta Salvati – diamo dunque avvio all’intero importantissimo intervento che porta alla realizzazione del nuovo teatro Verdi di Terni, una struttura innovativa ma che tiene conto della storia del teatro stesso. Soprattutto una soluzione importante e necessaria per una città come la nostra, privata da oltre un decennio del suo teatro storico, ma che ora potrà recuperare una struttura fondamentale per la sua crescita culturale. La procedura, come sapete, è stata estremamente complessa e per questo non posso che ringraziare i tecnici del nostro assessorato, i progettisti e tutti coloro che si sono impegnati per il raggiungimento di questo risultato».

Terni: ubriaco si nasconde e filma le donne nei bagni di un supermercato

Caro energia: l’Usl 2 taglia sui servizi territoriali