in ,

IL RETROSCENA/Foto Latini-Bonaccini? «Strategia elettorale per il ballottaggio». Ma nella Lega s’arrabbiano

Secondo indiscrezioni da confermare il comitato provinciale di Terni del partito sarebbe finito con momenti di tensione. Motivo? La spiegazione del sindaco uscente e altre esternazioni. O sarà solo un fraintendimento? Chi lo sa

R.u.

TERNI – Terni e la corsa a sindaco. Voci che rimbalzano da Roma, indiscrezioni di sicuro da confermare, dicono che la riunione del comitato provinciale di Terni ha vissuto di momenti di tensione.
Motivo? Il sindaco Latini, chiamato in causa sul caso della sua foto con Bonaccini, in occasione del giro in Umbria del governatore emiliano per presentare la candidatura a segretario nazionale del Pd, avrebbe dato spiegazioni che alcuni presenti hanno ritenuto una toppa peggiore del buco.

Se molti dei presenti non hanno equivocato, il sindaco uscente avrebbe spiegato che dietro la foto c’era una precisa strategia elettorale. Quale? In caso di ballottaggio con Alternativa popolare, il sindaco intendeva rendersi simpatico agli elettori del Pd.
Una strategia così sottile che l’assemblea per poco non se lo mangia con tutti i panni.
Ma il bello – sempre che le fonti non riferiscano il falso – doveva ancora venire.
Momenti di tensione tra militanti e sindaco ci sarebbero stati quando Latini, dando per scontata la ricandidatura non ancora ufficializzata , avrebbe chiesto di non far venire alla sua campagna elettorale questo o quell’altro esponente di Governo leghista.
Possibile? No, forse avranno frainteso. Anzi per certo è stato un fraintendimento, altrimenti chi li sentiva gli esponenti leghisti citati?
Ma una certa aggressività del sindaco- così almeno è stata giudicata da alcuni – ha dato subito spazio a chi sostiene che un con un sindaco a elezione diretta e per di più al secondo mandato si può fare qualunque accordo o programma prima dell’elezione (anche con gli alleati). Lui ha il potere di fare o disfare qualunque tela prima tessuta.
In ogni caso i rapporti tra sindaco uscente e Lega restano – riferiscono – restano almeno complessi.

“Entrano” al supermercato con il camion ma la cassaforte non cede: indagini in corso

Terni, terremoto in Unicusano: tutti i progetti  vacillano