in ,

Ternana-Spezia 1-1: i liguri agguantano il pari nel finale

Un punto che sta stretto

TERNI- Tredicesima giornata per il campionato di serie B, la Ternana di mister Breda è di scena a La Spezia. Partita scoppiettante fin dall’inizio al Picco di La Spezia, nei primi minuti due colpi di testa hanno acceso la gara, prima Esposito e poi Corrado respinti rispettivamente da Iannarilli e da Dragowski. La Ternana sale con un centrocampo solido e con classico 4-3-1-2, Falletti in cattedra spazia insieme a Raimondo e sia al 20′ che al 23′ sfiora il palo destro. Falletti al 24′ da calcio d’angolo, di testa Favilli e traversa sfiorata. Al 31′ sempre dalla bandierina Falletti pennella per Casasola che di testa porta in vantaggio i rossoverdi. Al 36′ mischia in area di rigore della Ternana e Bertola risolve battendo l’incolpevole Iannarili. Pareggio immediato per i liguri di Alvini. La Ternana riparte e al 41′ dal limite Falletti calcia un fendente che si spegne a lato di Dragowski. Il primo tempo si chiude in parità, buona gara e sontuosa prestazione di Falletti. Primo quarto d’ora del secondo tempo senza lampi, al 60′ entra De Boer al posto di Pyythia. La Ternana spinge con cautela e disorienta l’avversario. Al 67′ sempre da calcio d’angolo Cesar Falletti e con uno stacco impetuoso Diakitè porta in vantaggio nuovamente i rossoverdi. Per il difensore tutto semplice, lasciato indisturbato in area di rigore e secondo gol per i rossoverdi su calcio piazzato. Fumogeni in campo sotto la porta ligure, i tifosi spezzini pronti alla protesta, gara brevemente interrotta. Al 70′ in campo Viviani, Luperini e Favasuli al posto di Labojko, Raimondo e Casasola. Nel finale anche Celli al posto di Corrado, mister Breda ridisegna la squadra, al 77′ miracolo di Iannarilli su incornata di Cipot su assist di Amian. All’86’ contropiede fulmineo di Falletti e Favasuli solo in area si divora il terzo gol, tiro in diagonale respinto da Dragowski. Come spesso succede nel calcio gol sbagliato e rete subita, al 92′ Verde calcia dal limite, respinge iannarilli, Moro recupera calciando in porta e Capuano devia in rete. Lo Spezia pareggia con uno sfortunato autogol del difensore rossoverde. La gara dopo sei minuti di recupero si conclude in parità. Primo punto per l’era Breda e dopo la sosta arriverà al Liberati il Palermo di Corini, sconfitto anche oggi in casa dal Cittadella. In casa Spezia tutto da decidere.

Pimo trofeo città di Trevi di arti marziali

Rilancio dell’Ast, il ministro Urso pronto ad annunciare (martedì) che il Governo ha mandato tutto a Bruxelles. E può iniziare il countdown