in ,

Luca Barbarossa e gli Extraliscio insieme per il singolo “È così”

PEOPLE | Anche un filmino diretto da Elisabetta Sgarbi

Foto di Simona Chioccia scattata sul set del “filmino” di Elisabetta Sgarbi

Luca Barbarossa e gli Extraliscio in rotazione radiofonica questi giorni con l’inedito singolo “È così”, brano che unisce uno dei più celebri cantautori italiani con la band romagnola che coniuga lo spirito della tradizione popolare e quello più avanguardistico e colto. Prima presentazione live domenica primo maggio in occasione del Concertone di Roma.

La canzone anticipa il nuovo album degli Extraliscio “Romantic robot” (Betty Wrong edizioni musicali) che sarà pubblicato il prossimo il 6 maggio: un progetto discografico sempre più extra e innovativo con brani provenienti da mondi diversi, arrangiate per orchestra del maestro Roberto Molinelli.
«È così è l’amore che resiste – racconta Luca Barbarossa – Resiste alla storia che spesso calpesta gli ultimi, alle guerre, agli esodi, alle fughe. È l’amore che viene prima di tutto, che cancella distanze e ostacoli. È l’amore rivoluzionario. Unica ricchezza di chi non ha niente, unico bene non pignorabile dal potere precostituito. È l’amore di chi è disposto a tutto perché sa di non poter rinunciare ad amare, è un soffio vitale necessario come il respiro, come l’acqua, come il cibo. Eppure è spirito, non si vede ma è lì che ti spacca il cuore e nessuno può decifrarlo. Non conosce limiti, confini, religioni, etnie. Non ha bandiere, appartiene solo a se stesso. Fa tremare il mondo se vuole, lo fa vibrare. È l’arma più potente che abbiamo. Ci siamo amati in guerra, sotto le bombe, sui bastimenti, mentre cercavamo fortuna dall’altra parte dell’oceano. Ci siamo amati tremando di paura e amandoci abbiamo messo al mondo i nostri figli anche quando il futuro sembrava impossibile e lontano. Ci siamo amati davanti all’orrore o nel giardino dell’Eden. L’amore fa belle le cose, anche le più terribili. È sempre coraggioso amare, è darsi, è non fare differenza tra noi e l’altro. “È così” è l’amore che non basta a se stesso e che alla fine ci salverà».


Scritto da Barbarossa con gli arrangiamenti di Maurizio Mariani e Francesco Valente, arrangiamenti orchestrali del maestro Roberto Molinelli, finalizzati da Mirco Mariani dentro il suo leggendario laboratorio musicale “Labotron” a Bologna. La copertina del singolo è dell’artista Enrico Pantani. Filmino diretto da Elisabetta Sgarbi.

«Ospedale potenziato con strumenti avanzati, ma gli esami di base sono chiusi in tutta la Usl Umbria 1»

Incidente a Petrella: auto si ribalta sulla strada e urta un pedone

Incidente a Petrelle: auto si ribalta sulla strada e urta un pedone