in

Si fingono operatori di una società idrica e truffano un’anziana

Un attimo di distrazione e sono scappati via con il malloppo

SPOLETO (Perugia) – Hanno truffato un’anziana signora per poi dileguarsi facendo perdere le loro tracce. È accaduto lunedì 25 aprile a Spoleto dove, dopo una segnalazione telefonica, gli agenti di polizia del comando locale si sono recati a casa di una donna la cui cognata aveva riferito che la signora, intorno alle 11 della mattina, aveva ricevuto la visita di due persone in divisa beige che, spacciandosi per addetti di una società idrica, avevano chiesto di entrare nell’abitazione per verificare la salubrità dell’acqua e l’eventuale presenza di amianto.

Rassicurata dalla loro “divisa” e non sospettando che si trattasse di malintenzionati, li aveva fatti entrare all’interno dell’appartamento.
I due soggetti, dopo aver finto di controllare il flusso dell’acqua del lavandino della cucina, avrebbero asserito che l’acqua presentava un livello troppo alto di metalli nocivi e hanno suggerito di depositare tutto l’oro presente nell’abitazione all’interno del frigorifero per prevenire problemi di salute.
Un attimo di distrazione della donna e i due sono scappati, portando via tutto l’oro.
I poliziotti, dopo aver tranquillizzato l’anziana, particolarmente scossa dallo spiacevole episodio, l’hanno invitata a sporgere denuncia.

A chiudere la stagione del teatro dell’Accademia la comicità del duo Donati Olesen

Le smart city non sono lustrini e paillettes, ma aiutano il verde, i giovani e fanno bene alla salute. Perugia parte, le altre città umbre si affrettino