in

Seconda giornata per Medicus: relatori a confronto tra medicina e invecchiamento

Anche la proiezione di un video dedicato al sacrificio del corpo medico-sanitario durante la pandemia

FOLIGNO (Perugia) – Seconda giornata per “Medicus 2022: premio Gentile da Foligno” che nella serata di venerdì 20 maggio ha visto andare in scena un “incontro tra la medicina e i suoi rappresentanti” durante cui sono stati toccati vari ambiti delle specializzazioni medico-sanitarie, mettendo in luce interessanti tematiche connesse all’argomento principale dell’edizione di quest’anno: l’invecchiamento.

A condurre e moderare il dibattito a palazzo Trinci è stato il presidente dell’associazione culturale Sophia Umbria-Marche, il dottor Moreno Finamonti che ha riassunto la vicenda di Gentile da Foligno, ripercorrendone la vita esemplare e i tanti riconoscimenti. Con Gentile, infatti, venne ufficializzata la figura del medico legale, nacquero le cartelle cliniche e venne introdotto un progetto antesignano dell’Erasmus.

Finamonti e i relatori

Finamonti ha inoltre ricordato il secondo obiettivo di Medicus 2022, ovvero sensibilizzare le persone al fenomeno dell’invecchiamento. Il suo appello è stato quello di restituire dignità agli anziani, come avveniva un tempo, e conferire loro un’altra prospettiva di vita.
Se il tema dell’invecchiamento era già stato analizzato nella giornata inaugurale del 19 maggio dal punto di vista artistico e sociale, con gli interventi di Vittorio Sgarbi e Monsignor Vincenzo Paglia,in questa occasione si è invece entrati nello specifico, discutendone sotto l’aspetto medico-sanitario. A rompere il ghiaccio tra i relatori è stato il dottor Roberto Orciani, specialista in Urologia e Chirurgia robotica, tra i massimi esperti di ipertrofia prostatica. Orciani ha brevemente ma efficacemente descritto il fisiologico fenomeno dell’ipertrofia ed è entrato nei dettagli della sua attività, specificando che il suo studio rappresenta oggi uno dei principali punti di riferimento non solo in Italia ma anche in Europa.

Elisabetta Manfroi

La dottoressa Elisabetta Manfroi, docente e specialista in Malattie genetiche ha compiuto poi un excursus intorno allo scopo della medicina predittiva, branca fondamentale che consente di individuare i polimorfismi genetici.
Il dottor Raffaele Garinella, specialista in Patologie psichiatriche, ha trattato il tema della psicologia dell’invecchiamento. La sua lectio brevis ha approfondito la componente psicologica della vecchiaia e ha delineato la frequente concezione di molti riguardo il pessimismo per l’anzianità: «Nel percorso di crescita ogni tappa è importante poiché regala certezze, non incertezze. L’invecchiamento è un’opportunità da cogliere».
Dopo la proiezione di un video dedicato al sacrificio del corpo medico-sanitario durante la pandemia, è poi intervenuto il dottor Filippo Anelli, presidente dell’Ordine nazionale dei medici chirurghi ed odontoiatri, che si è congratulato per il forte impegno del personale sanitario, esortando il pubblico a ricordare che il diritto alla salute deve essere sostenuto dall’affinità dei cittadini.
A concludere la serata sono stati gli interventi del dottor Gianluigi Tosi, specialista in Oculistica, che ha rimarcato l’essenzialità della salute visiva per chi si addentra nell’età dell’invecchiamento e il dottor Liberato Di Leo, specialista in Otorinolaringoiatria, che ha lamentato la triste leggerezza con cui molte persone affrontano i problemi legati all’udito, raccomandando infine al pubblico di «ritrovare una nuova cultura del benessere».
Hanno partecipato attivamente alla serata, durante le battute iniziali, anche le aziende sponsor dell’evento: Mauro Dionigi (ceo di S&R farmaceutici, principale sponsor di Medicus) che ha illustrato la realtà dell’azienda a tutti i presenti, mostrando l’eccellenza di un’imprenditoria italiana che crede nel territorio, Acque di Sassovivo, presentate dal professor Mario Timio, studioso di Gentile da Foligno, che ha esposto l’importanza delle acque minerali e delle loro proprietà organolettiche; +Vista che ha presentato un video per riassumere il suo operato.

Ocriculum Ad 168

Carsulae e Ocriculum, tra archeologia e rievocazione: se ne parla a Otricoli

Acciai speciali Terni

Elezioni Rsu Ast, tanti candidati in cerca di gloria