in ,

Stacca il contatore lasciando ex nuora e nipoti senz’acqua: denunciato un 78enne

È accaduto nell’hinterland perugino

PERUGIA – Denunciato dalla polizia di Perugia per il reato di violenza privata, un uomo che aveva manomesso il contatore dell’acqua e provocato l’interruzione dell’erogazione della stessa nell’appartamento di una donna.

Ascoltata dagli agenti, la signora ha raccontato che, su disposizione del Tribunale dei minori di Perugia, era ritornata a vivere nella casa coniugale insieme alle sue due figlie, un appartamento all’interno dello stesso condominio dell’ex suocero. Quest’ultimo, secondo quanto riferito dalla 43enne, qualche giorno prima, aveva affisso alla porta d’ingresso dello stabile un cartello con cui la informava del distacco dell’acqua e la invitava a sottoscrivere un nuovo contratto di fornitura.
Nonostante gli fosse stato chiesto di attendere che venisse attivata la nuova fornitura, prima di interrompere quella in vigore, l’uomo si era mostrato poco disponibile provvedendo, nonostante la presenza delle minori, all’interruzione del servizio.
I poliziotti, a quel punto, hanno preso contatti con l’uomo, un cittadino italiano classe 1944 con a carico pregiudizi di polizia per reati di violenza privata e minacce nei confronti dell’ex nuora, che ha loro riferito di essere stanco di sostenere le spese e che non avrebbe riattivato il contatore, neanche dopo che gli sono state spiegate le responsabilità penali alle quali sarebbe andato incontro. Inevitabile la denuncia all’autorità giudiziaria per il reato di violenza privata.

“Il coraggio di remare”: grande successo per il convegno

Investita a Pian di Massiano, individuato il pirata della strada