in

Tre set per la vittoria della Cucine Lube. Prossimo match al PalaBarton

Nikola Grbic: «Sta a noi ricompattarci, credere nella vittoria finale, tornare a Perugia e cercare la nostra miglior pallavolo»

foto di Michele Benda

PERUGIA – Tre set per la vittoria della Cucine Lube in gara 2 di finale scudetto a Civitanova contro la Sir Safety Conad Perugia e la formazione di Blengini si aggiudica con merito anche il secondo match della serie, avvicinandosi sempre più al traguardo finale. La partita del 4 maggio ha visto i padroni di casa primeggiare soprattutto nei fondamentali della battuta e dell’attacco. In particolare su palla alta gli attaccanti di banda Lube hanno fatto la differenza giocando bene sia contro le mani del muro che con traiettorie ficcanti .

«Loro hanno giocato molto meglio di gara 1 – il commento di Nikola Grbic – hanno ricevuto e battuto molto bene. Noi siamo partiti con un buon ritmo nel primo set, poi ci siamo incartati in P1 ed abbiamo sofferto troppo in quella rotazione per tutto il match. Adesso dobbiamo provare a resettare tutto, avere la consapevolezza che la prossima partita è in casa nostra e portarla a gara 4. Un mio maestro di pallavolo poi mi ha insegnato che nei playoff devi vincere almeno una gara fuori casa ed è questa la nostra attuale realtà. Sta a noi ricompattarci, credere nella vittoria finale, tornare a Perugia e cercare la nostra miglior pallavolo».
Domenica 8 maggio in gara 3 al PalaBarton i Block Devils dovranno fare di tutto per allungare la serie.

LA PARTITA

Soliti sette per Grbic. Subito 2-0 Lube. Leon pareggia subito (2-2). Anderson in pipe tiene la parità (4-4). Contrattacco di Rychlicki, Perugia avanti (4-5). Muro vincente di Anzani che capovolge (6-5). Nuovo cambio di fronte con i muri di Giannelli ed Anderson (6-8). Out l’attacco di Anderson, parità (9-9). Ace di Rychlicki (11-13). Attacco ed ace di Simon (13-13). Fuori Anderson, Lube avanti (17-16). Maniout di Yant (18-16). Ancora Yant (19-16). La pipe di Leon fa uscire Perugia dalla P1 (19-17). È sempre Yant a mettere il pallone a terra, Civitanova scappa via (21-17). Lucarelli mantiene le distanze e porta i suoi al set point (24-20). L’errore al servizio del neo entrato Plotnytskyi manda le squadre al cambio di campo (25-21).

Sir Safety Conad Perugia
foto di Michele Benda

Parte forte Civitanova nel secondo set (4-1). Muro di Anderson (5-4). Due di Anzani (8-5). Dentro Mengozzi. Fuori la pipe di Lucarelli (9-8). Il muro di Solè scrive parità a quota 10. Altri due muri, stavolta di Giannelli (10-12). Fuori il pallonetto di Simon, fuori l’attacco di Zaytsev (10-14). Due di Simon dimezzano (12-14). L’ace di Simon riporta la Lube a contatto (15-16). Il muro di Anzani vale la parità (17-17). Si continua punto a punto (21-21). Gabi Garcia manda avanti i suoi (22-21). Rychlicki pareggia (22-22). Torna Ricci. Simon (23-22). Fuori il servizio di Simon (23-23). Esce l’attacco di Rychlicki, set point Lube (24-23). Anderson manda il parziale ai vantaggi (24-24). Fuori il servizio di Anderson (25-24). Lungo scambio chiuso dall’errore di Gabi Garcia (25-25). Fuori Ricci (26-25). Leon con il maniout (26-26). Yant di potenza (27-26). Diagonale di Leon (27-27). Sempre Yant (28-27). Ace di Yant, raddoppio Lube (29-27).

Sir Safety Conad Perugia
foto di Michele Benda

Si riparte con Mengozzi per Ricci. Ace di Rychlicki (2-3). Pipe di Anderson, +2 Perugia (6-8). Ace di Zaytsev (8-8). Muro si Yant, Lube avanti (9-8). Fuori Rychlicki (12-10). Lucarelli spinge i suoi (14-11). Perugia è fallosa in battuta (17-14). Fuori Leon (18-14). Simon è immarcabile (20-16). Lucarelli avvicina Civitanova al traguardo (23-19). Chiude Yant (25-22).

Indiscreto/1. Alla riunione di Roma il Pd inaugura la fase 2 e il nuovo mood. Sereni statista, Porzi magnanima, Verini ha un altro impegno, Bori-Ascani 1-1

Equivoci e scambi di persona per “La zuppiera” al teatro Bicini