in

Al Salvatorelli Moneta progetti tra poetica di Dante e salvaguardia dell’ambiente

Numerosi i momenti che l’istituto di Marsciano ha condiviso con tutta la città

MARSCIANO (Perugia) – Un momento di condivisione e di presentazione delle attività progettuali in cui gli studenti dell’Istituto omnicomprensivo Salvatorelli-Moneta sono stati coinvolti nel corso dell’anno ha preso il via a Marsciano con la conclusione dell’evento diffuso nel centro storico “Tornammo a riveder le stelle”, progetto interdisciplinare di educazione civica “La Commedia dantesca un sipario aperto sul mondo di oggi” che ha previsto una serie di lavori ispirati all’opera di Dante Alighieri per riflettere su tematiche di stringente attualità.

Nello specifico, due sono state in particolare le iniziative che hanno riguardato gli alunni della scuola secondaria di primo grado, nell’ambito dell’insegnamento dell’educazione civica e partendo dall’idea di cittadinanza attiva: una ha tratto spunto dallo studio della “Divina Commedia” di Dante per analizzare la realtà dei nostri giorni, l’altra dedicata all’importanza dell’acqua come risorsa e al rispetto dell’ambiente. Due progetti fortemente voluti dalla dirigente scolastica Francesca Gobbi.
«La Divina Commedia – hanno spiegato dalla scuola – è un contenitore di umanità senza età. Dante riesce a darci la sensazione di uscire dal tempo e iniziare con noi questo viaggio».

IL SALVATORELLI MONETA SI APRE ALLA CITTÀ CON I SUOI PROGETTI

Gli studenti delle seconde classi, con il coordinamento delle insegnanti Cinzia Ragni e Rita Paoli, hanno organizzato tre momenti espositivi in altrettante location: la sala Capitini ha ospitato la mostra “Dall’esilio di Dante ai profughi dei giorni nostri”, la sala Vallerani elaborati video e la sala giochi del museo l’esposizione di giochi da tavolo, enigmistica dantesca, e giochi di parole che i ragazzi hanno realizzato durante l’anno scolastico. Una performance di scacchi viventi, dedicata alla passione che Dante aveva per questo gioco, ha poi animato largo Garibaldi, mentre piazza san Giovanni ha ospitato un preludio musicale durante il quale gli studenti della sezione a indirizzo musicale hanno eseguito brani ispirati a Dante. Poi spazio allo spettacolo “Fatti non foste… Logos e cittadinanza in Dante”, realizzato con la collaborazione dell’esperto teatrale Valerio Apice e di Isola di confine, nell’ambito del laboratorio “Teatro in corso”, del quale gli studenti hanno scritto i testi partendo dalla lettura dell’opera dantesca.

IL SALVATORELLI MONETA SI APRE ALLA CITTÀ CON I SUOI PROGETTI

«Partendo dall’analisi della Divina Commedia, quindi – ha spiegato la professoressa Ragni – il progetto ha voluto condurre gli allievi a comprendere l’importanza dell’impegno dei cittadini e delle istituzioni all’interno della comunità e far acquisire valori e competenze che consentano loro di superare in modo etico e responsabile le sfide di una società sempre più complessa e globalizzata».
Un approccio e un impegno che ha riguardato anche l’altro progetto, “Sosteniamoci: ora inizia il futuro. L’acqua non ha frontiere”, nel quale sono stati coinvolti gli studenti delle prime classi, sempre con il coordinamento delle docenti Cinzia Ragni e Rita Paoli: «con l’obiettivo di formare – ha aggiunto la professoressa Ragni – una nuova generazione, quella dei ‘nativi ambientali’, che nei comportamenti quotidiani trovi come prospettiva naturale il rispetto dell’ambiente in cui vive. Con questo lavoro abbiamo voluto condurre i ragazzi a penetrare la realtà e a comprenderla profondamente per spingerli a rispettarla e amarla, perché aver cura dell’ambiente vuol dire avere cura di noi stessi».

IL SALVATORELLI MONETA SI APRE ALLA CITTÀ CON I SUOI PROGETTI

La giornata conclusiva del progetto ha previsto una mostra dei lavori svolti durante l’anno dai ragazzi e una degli elaborati artistico-fotografici del concorso “Sosteniamoci: ora inizia il futuro. L’acqua non ha frontiere” di cui si svolte anche le premiazioni. A chiudere la serata, letture a tema accompagnate da strumenti ad acqua. Il progetto, nel corso dell’anno, ha previsto molteplici attività, tra cui letture ed elaborazione di prodotti multimediali a tema, una visita virtuale all’Acquario civico di Milano, escursioni alla scoperta dei pozzi medievali e delle fontane della città in occasione della Giornata mondiale dell’acqua e un’iniziativa documentata dagli stessi studenti per ripulire il territorio in occasione della Giornata mondiale della terra.

paradriving umbria

Successo per il connubio sport e inclusione del primo tour “Paradriving Umbria”

Concerto EMusic

Tra Arrone e Polino i “suoni” dell’Appennino diventano musica