in ,

Elezioni in Umbria: i primi dati dei sette Comuni chiamati al voto

Lucarelli e Ruggiano avanti a Narni e Todi. Verdetti finali per Cascia, Monteleone di Spoleto, Poggiodomo, Deruta e Valtopina

PERUGIA – Giorno di elezioni amministrative in Umbria. Sette i Comuni chiamati al voto per eleggere i nuovi sindaci, sei nella provincia di Perugia (Cascia, Deruta, Monteleone di Spoleto, Poggiodomo, Todi, Valtopina) e uno nella provincia di Terni (Narni). A più di tre ore dall’inizio dello spoglio (fissato alle 14), sono giunti i primi verdetti e i primi dati significativi.

Chiusi gli scrutini in cinque dei sette Comuni coinvolti, la battaglia ora si sposta tutta su Narni e Todi, dove si trovano in vantaggio il candidato di centrosinistra Lorenzo Lucarelli (61,57%, 1.059 voti dopo 7 sezioni scrutinate su 25) e Antonino Ruggiano, candidato di centrodestra.

Verdetti definitivi negli altri cinque Comuni.

Deruta: Conferma per Michele Toniaccini (lista “Cittadini per Deruta”) con il 70,91% (3.267 voti) a fronte del 29,09% (1.340 voti) di Raffaella Diosono (lista “Rilancio & Futuro).

Cascia: Conferma anche per Mario De Carolis dell’unica lista ammessa “Patto per Cascia” (1.582 voti)

Monteleone di Spoleto: Altra conferma per Marisa Angelini (“Paese è futuro”) con il 57,29% (228 voti) su Francesco Pasquali della lista “Aria nuova ripartiamo” (42,71%, 170 voti)

Poggiodomo: Nel Comune più piccolo del territorio umbro, vittoria per Filippo Marini (“Poggiodomo di tutti) su Marina Amori (“Crescere insieme”) con uno scarto di soli tre voti (41 contro 38)

Valtopina: Il neo sindaco è Gabriele Coccia (“Valtopina progetto comune”, 54,08%, 451 voti), che ha vinto la partite alle urne su Lodovico Baldini (“Esperienza, competenza, innovazione”, 45,92%, 383 voti)

Vasto incendio boschivo ad Alviano

Scopertura della statua di San Francesco a Piandarca

Svelata ai cittadini di Cannara la statua della predica di San Francesco agli uccelli