in ,

Indiscreto/Il tam tam racconta: storica cena alla Cantinetta di Arrone tra la nuova e la vecchia sanità umbra. Coletto con Fausto Bartolini

SPOTLIGHT di MARCO BRUNACCI | L’assessore regionale con il leggendario esponente Pd ternano, uomo-ombra di Enrico Micheli, a sua volta uomo-ombra di Romano Prodi

di Marco Brunacci

PERUGIA – Una tavola che è un parterre de roi. Mentre scriviamo, ecco Fausto Bartolini, il manager della ASL 2, De Fino, ospite d’onore l’assessore regionale della sanità, il serenissimo Coletto.
Siamo alla Cantinetta di Arrone, Valnerina ternana.

Ecco cosa racconta a Umbria7 un tam tam di solito informatissimo, ma che, ovviamente, è tutto da confermare. Ah, esserci.
Perché dovete sapere che sarebbe una gran notizia qualora fosse certa.
Perché a quel tavolo c’era – se confermato – l’antico e il nuovissimo della sanità umbra, gli anni ruggenti del centrosinistra umbro di governo (e di potere vero) insieme col nuovo che avanza (faticosamente).
Nessuno dimentica il ruolo decisivo avuto per anni da Fausto Bartolini, uomo di punta del Pd ternano, posizione di sinistra-centro, ma soprattutto uomo-ombra di Enrico Micheli a sua volta uomo-ombra di Romano Prodi.
La sanità ricomincia da qui, con mille rassicurazioni sull’ospedale di Terni e altrettante rassicurazioni sugli altri dossier sanitari. Sempre che sia confermato.
Ps. A nessuno sarà sfuggito che era assente – se confermato il quadro complessivo – il manager dell’ospedale di Terni, Chiarelli. Sic transit gloria mundi.

Il “metodo scientifico” di D’Angelo per salvare la sanità, a iniziare dalle liste d’attesa. Rossetti alla programmazione

In arrivo fondi per la scuole per l'infanzia

Scuola, infanzia e paritarie: ecco 4 milioni per i bambini fino a 6 anni