in ,

Via a Perugia 1416: taverne aperte dai Carducci a via del Cortone

Il programma della rievocazione

PERUGIA – Al via Perugia 1416, la rievocazione storica che ricorda l’ingresso di Braccio Fortebracci a Perugia dopo la battaglia di Sant’Egidio, in programma nell’acropoli dal 9 al 12 giugno.

Ad aprire questa settima edizione sarà la cerimonia di presentazione delle prime dame dei cinque Rioni: Francesca Galassi del Magnifico Rione di Porta Eburnea, Caterina Orazi del Magnifico Rione di Porta Santa Susanna, Chiara Pitarchini del Magnifico Rione di Porta Sant’Angelo, Valentina Di Mambro del Magnifico Rione Porta Sole e Sara Becchetti del Magnifico Rione Porta San Pietro giovedì 9 alle 17 sfileranno e saliranno la scala della Vaccara di palazzo dei Priori. A seguire, alle 18, è in programma la Santa Messa e la cerimonia di benedizione del Palio e degli stendardi dei Rioni in Cattedrale.

Ma già da mercoledì 8 dalle 19, le taverne del Magnifico Rione di Porta Eburnea e del Magnifico Rione di Porta Santa Susanna. La prima ha sede presso i Giardini Carducci (davanti all’Hotel Brufani) e si potranno degustare numerosi piatti tra cui l’antipastone misto e quello di bruschette, le zuppa a base di fave o lenticchie, la carne alla brace, il cinghiale con torta ed erba e la porchetta per concludere con il torcolo del Contado di Fontignano e i tozzetti con il vino del Priore. Per info e prenotazioni contattare il 3494972121 oppure il 3387719632 anche su Whatsapp. La taverna del Magnifico Rione di Porta Santa Susanna è situata presso la “Pinseria Hamburgheria Torre degli Sciri”, in via dei Priori, 96. Sarà possibile degustare le pinse speciali intitolate a ciascuno dei cinque magnifici rioni e gli hamburger dedicati a tutti i Perugini famosi, oltre ad altri 100 diversi tipi di pinse, 20 di hamburger e taglieri vari. Non è necessaria la prenotazione.

Da giovedì 9 fino a domenica 12 aprirà alle 19,30 anche la taverna del Magnifico Rione Porta San Pietro, situata presso il Circolo del Tempo Bono in via del Cortone, 45 (ingresso o da Corso Cavour, all’altezza di Via del Castellaro, o dal parcheggio da Via Tancredi Ripa di Meana). Tutte le sere si potrà degustare carne alla brace; venerdì 10 e sabato 11 il menu prevede anche piatti tipicamente medievali accompagnati dallo spettacolo di “Mangiafuoco”. Posti all’aperto ed al chiuso con prenotazione obbligatoria al 3355375501 oppure 3351200921 anche con Whatsapp.

Il concerto

La prima giornata della manifestazione (giovedì 9) si chiuderà con il Gran concerto di musica antica in programma alle 21,30 nella chiesa di Sant’ Antonio Abate di Corso Bersaglieri. Si esibiranno il Coro Libercantus, diretto da Vladimiro Vagnetti, ed il Coro Vokalensemble Canzone 11 di Monaco di Baviera, diretto da Tania Wawra. Ingresso libero, senza prenotazioni, con accesso secondo le norme vigenti.
L’inserimento di questo concerto in programma, grazie alla presenza del coro di Monaco di Baviera, costituisce uno dei passi verso la crescente internazionalizzazione di Perugia1416, così come la partecipazione degli studenti Erasmus con l’Associazione ESN (Erasmus Student Network) di Perugia e la conferenza della professoressa Marion Bertholet e Tommaso di Carpegna Falconieri dello scorso 30 maggio. Altri eventi seguiranno dall’ autunno.
Fondato nel 2006, Libercantus Ensemble è formato da cantori appassionati di polifonia antica e contemporanea. Ha partecipato a importanti festival tra i quali la Sagra Musicale Umbra, il Guidoneum Festival, il Festival Internazionale “S. Juliae” di Livorno, il Festival Internazionale Voce! di Verona, Mito Festival. Ha inciso il cd Fratres edito da Armel Music. Ha ottenuto importanti riconoscimenti tra cui vari primi premi: al Concorso Corale Internazionale Irenè “Città di Chivasso” 2015, il 1° premio al Concorso Polifonico Nazionale Guido d’Arezzo 2015; al Concorso Corale Internazionale “Antonio Guanti” di Matera 2016; categoria gruppi vocali al Concorso Polifonico Nazionale del Lago Maggiore; assoluto, premio speciale per la migliore esecuzione di un brano contemporaneo e Premio al miglior direttore al Concorso Polifonico Nazionale di Fermo 2019. Il direttore Vladimiro Vagnetti è diplomato in Oboe, Didattica della Musica, Direzione di Coro e Musica Antica. Con gli Ensemble Orientis Partibus di Assisi e UtFaSol di Bergamo ricerca ed esegue musica medievale e rinascimentale. Ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti in concorsi corali, partecipa regolarmente a festival e rassegne nazionali e internazionali, è docente in varie scuole ed accademie.
Il Coro Vokalensemble Canzone 11 di Monaco di Baviera, diretto da Tanja Wawra, è composto da una ventina di cantanti esperti dell’area di Monaco di Baviera. Il coro ha l’obiettivo di trasmettere la gioia della musica in concerti straordinari, facendo appello a tutti i sensi del pubblico. Fondato nel 2011, l’insieme vocale lavora su un repertorio versatile e di altissimo livello, alla costante ricerca di nuove sfide musicali. E lo fa con molto impegno, molte risate e molto entusiasmo.

Niente più Freccia Rossa per Milano? «È solo temporaneo»

Il “metodo scientifico” di D’Angelo per salvare la sanità, a iniziare dalle liste d’attesa. Rossetti alla programmazione