in ,

Ponte della Pietra, tra il fascino dell’antico e la modernità, il culto mariano e il commercio

UMBRIA 7 NEI QUARTIERI | Alla scoperta della zona nata sul Genna. LE FOTO e L’INTERVISTA

di Massimiliano Pezzella

PERUGIA – Il quartiere di Ponte della Pietra ha origini antiche. Già dal XIX secolo i trattati di storia documentano la presenza di un ponte costruito in pietra, o più precisamente al fine di consentire l’attraversamento del torrente Genna. Il sopradetto fiume nasce a Monte Malbe.

La sorgente si trova a 523 metri sul livello del mare. Ai piedi di Via Settevalli si trova dunque l’antica chiesa di Santa Maria della Misericordia, consacrata nel 1871. Il santuario venne edificato su un luogo dove era precedentemente conservata una piccola edicola con un celebre affresco raffigurante una Madonna con Bambino. Secondo le cronache cittadine la Vergine fu fatta restaurare nel 1804. Tutto il quartiere di Ponte della Pietra può definirsi un felice connubio tra arte e modernità. La parrocchia antica è ricordata per la devozione dei fedeli legata al culto mariano. In prossimità della chiesa antica nel corso del tempo, sono cresciute le innumerevoli attività commerciali. L’espansione riguarda perlopiù l’età contemporanea a partire già dalla metà del secolo scorso. Sono innumerevoli gli esercenti che hanno scelto Via Settevalli e Ponte della Pietra come zona strategica per far decollare le proprie attività. Come riportato dall’intervista fatta a Elia Selvi, imprenditore e proprietario dell’Iron Caffè si capisce che l’intera zona è prolifica e ben accessoriata per quanto concerne la ristorazione i punti vendita, cocktail caffè e vita notturna. Presenti nell’area oltre alle farmacie e parrucchieri, anche tabaccai, notai e servizi di copisteria e stampa. Non mancano le industrie o aziende legate alla produzione e alla vendita di prodotti industriali e di veicoli. Per quanto concerne le zone abitate si riscontra la presenza di case popolari, alternate alle zone residenziali ed i parchi.
Viene riferito dalle testimonianze di come il quartiere di Ponte della Pietra non sia esente da problematiche riguardanti la vivibilità e la socialità. Da sottolineare la presenza di molti indigenti che vivono nel quartiere, se pur esso sia fornito di servizi e ben collegato con le altre parti della città. Vicino alla vecchia parrocchia si trova il campo sportivo di Ponte della Pietra e la chiesa nuova intitolata a San Giovanni Paolo II. Nell’area adiacente al grande ipermercato Emisfero, troviamo distributori di carburante, edicole ed altri parco-giochi per i più piccoli e per i giovani compresi i campi da basket. Ponte della Pietra e Prepo sono quartieri contraddistinti da una ricca presenza di vegetazione che malgrado la siccità invernale ed estiva prospera incolta circondano le zone abitate. Nelle ore diurne come notturne si può documentare un discreto transitare di giovani e anziani accompagnati da animali da compagnia. Presso Via chiusi è stata accertata la presenza di un circolo culturale e un campo da calcio in terra dove sono soliti radunarsi gruppi scout e diversi cittadini. L’intero quartiere appare ben fornito e facilmente raggiungibile. Qualche problema interessa il manto stradale.

L’Umbria brucia, a fuoco boschi e bordi delle strade: disagi e paura

palazzo spada

Terni, ora è ufficiale: ok al nuovo stadio e alla clinica