in ,

Movida sfrenata in centro storico a Perugia, la rabbia dei residenti

Potenziati i controlli da parte delle forze dell’ordine

Alcolismo giovanile
di Massimiliano Pezzella

PERUGIA – Le notti della movida perugina hanno lasciato un segno indelebile nelle menti dei residenti del centro storico. È stato documentato l’ennesimo episodio di ciò che può definirsi un comportamento sgradevole, ovvero l’urinare sui muri dei palazzi abitati in via dei Mattioli fino a piazza Piccinino.

I residenti sono stremati e si sono lamentati notevolmente segnalando comportamenti erronei alla questura di Perugia ed al prefetto. Ogni settimana secondo quanto raccontato da chi vive in prima persona questi soprusi, tra le viuzze del centro storico i giovani sono soliti a consumare droghe, fare abuso di alcolici assumendo comportamenti aggressivi. Il grido dei residenti alle forze dell’ordine è la testimonianza principale della malamovida che dal venerdì al sabato interessa tutte le zone del centro storico di Perugia. Notevoli anche gli schiamazzi le grida nelle torride serate e nottate perugine, dove l’unico appiglio per i giovani è il vagabondare per le vie in preda ai fumi dell’alcol e non solo. Le lamentele di chi vive nel centro storico riguardano il degrado notturno la musica abusiva ad alto volume, liti e risse. Sono stati registrati numerosi episodi di violenza e la questura e le forze dell’ordine hanno deciso di intervenire tempestivamente. Le misure che vengono schierate in campo per contrastare queste piccole forme di micro-criminalità compreso lo spaccio ed il consumo di sostanze interessano i reparti appiedati delle forze di polizia. Le pattuglie a fronte delle ripetute lamentele da parte dei residenti hanno battuto palmo a palmo tutte le strade dell’acropoli cittadina al fine di documentare, prevenire e contrastare i disordini legati alle notti di caotica festa.
Nell’ambito dei servizi straordinari come il contrasto al degrado gli agenti di polizia di Stato sono stati coadiuvati dal personale dell’arma dei carabinieri e della polizia locale. Gli interventi in via della Viola e via del Macello sono stati più serrati a fronte anche degli eventi musicali e delle manifestazioni che hanno portato a degli strascichi per quanto concerne l’abuso di alcol e droghe per le strade. Il lavoro sinergico delle task force anticrimine ha interessato anche le vie più interne e nascoste del centro cittadino. Controlli più serrati nelle zone di Porta Sole, scalette dell’Acquedotto e la sopracitata via della Viola. Gli uomini della polizia sono stati messi in campo per far fronte al bivacco e alla movida selvaggia. Sempre nell’ambito dei controlli sono state identificate un migliaio di persone controllati centinaia di veicoli e contestate decine di violazioni del codice della strada. In una nota della questura di Perugia si apprende come proprio nell’ultimo fine settimana sia stata controllata in maniera ulteriore la vendita degli alcolici al di fuori degli orari consentiti dalla legge.

Camion, mezzi pesanti, traffico, uiltrasporti, trasporti

Schianto in A1 tra mezzi pesanti: perdono la vita due cittadini di Marsciano

Tebala e i primi mesi al Santa Maria: «Interventi innovativi e di qualità, chiediamo solo più spazi per lavorare»