in ,

Prepo, la collina residenziale delle buche e del verde senza cura

UMBRIA 7 NEI QUARTIERI | Viaggio in via Montepulciano, tra dissesti ed erbacce. La domanda resta: a chi spetta la manutenzione? LE FOTO

di Massimiliano Pezzella

PERUGIA – Alle pendici di Via Montepulciano quartiere residenziale di Prepo occupano la zona due grandi edifici abbandonati sede di bivacco e tristemente noti ai residenti per storie di senzatetto, degrado, e consumo di sostanze stupefacenti. Queste palazzine si trovano nello specifico ai piedi della zona considerata più bella di Prepo ovvero quella di Montepulciano con le sue ville e villette immerse nel verde.

Tuttavia lo stato in cui versano le strade è tale da persuadere qualsiasi spettatore o frequentatore della città di come il degrado urbano sia parte integrante anche di ciò che potenzialmente appare come un bel quartiere. Tornando agli edifici poco sopra citati le volanti della Polizia di Stato coordinate con la Questura di Perugia sono più volte intervenute per smantellare i rifugi di fortuna insediati all’interno degli edifici trascurati. È stata raccontata dai residenti la frequentazione degli immobili fatiscenti da parte di tossicodipendenti e persone senza fissa dimora. All’inizio dell’estate questi due palazzi abbandonati sono stati dati alle fiamme da ignoti. In risposta il pronto e conseguente intervento dei Carabinieri e dei Vigili del fuoco che hanno indagato sull’accaduto. Arrampicandosi verso la parte più alta della collina e quindi percorrendo in salita Via Montepulciano ciò che più risalta è il grave stato di abbandono della strada principale. A questo punto non interessa se l’arteria sia di pertinenza del Comune o meno. Molti residenti hanno lamentato difficoltà per quanto concerne lo spostamento e la percorrenza della via in bici a piedi e anche in macchina. Dall’inizio di Via Settevalli fino alla cima di Montepulciano si assiste impotenti ad una fatiscenza del manto stradale che non è cosa da poco. Anche lo stato degli stessi marciapiedi e dei parchi locali racconta una certa incuria da parte delle istituzioni competenti.
Stiamo parlando in ogni caso di un quartiere immerso nel verde, o meglio nel cuore verde della collina di Prepo. L’altra faccia della medaglia riguarda le bellissime ville, la Residenza con piscina Fontanelle e l’associazione per gli ipovedenti. Percorrendo le traverse di Via Luni si ritorna inesorabilmente a parlare di degrado guardando alla segnaletica imbrattata e ad alcuni murales illegali. È stata nel corso degli ultimi anni migliorata senza dubbio la qualità dell’illuminazione elettrica grazie all’installazione di nuove luci led ai bordi delle strade e dei marciapiedi ben visibile nelle ore serali e notturne. Alcuni residenti che hanno preferito rimanere anonimi molto cortesemente hanno raccontato delle ingenti problematiche relative al manto stradale che rendono difficoltoso l’uso delle bici a causa delle buche e voragini presenti lungo la carreggiata. È stata inoltre documentata la presenza di un parco abbandonato a se stesso con esubero di erba alta e panchine sommerse dalla vegetazione. L’intera area è tuttavia ben collegata con le limitrofe parti della città e con i servizi che offrono Via Settevalli e l’acropoli perugina.

De Matteo_foto Lollini

Bartoccini-Fortinfissi Perugia, parlano De Matteo e Drusiani

«Sono un carabiniere infiltrato», invece viene denunciata