in

Terni: continuano i controlli sul trasporto animali

Sequestrato carico di pesce e scoperte altre irregolarità da parte della polizia

ORVIETO (Terni) – Prosegue l’attività della polizia sulle strade della provincia di Terni con controlli mirati unitamente al personale dell’Usl Umbria2 di Terni- Servizio Veterinario I.A.P.Z (Igiene degli allevamenti e produzione zootecnica)

Nel fine settimana al casello di Orvieto è stato sottoposto a controllo un autocarro che trasportava un ingente carico di prodotti ittici di dubbia provenienza, destinati al mercato laziale. Riscontrato un cattivo stato di conservazione e l’assenza di tracciabilità della merce, il personale veterinario qualificato anche dell’Usl Umbria1 intervenuto sul posto, all’esito di accurate ispezioni ha sequestrato l’intero carico per il ragionevole sospetto di pericolo per la salute pubblica.

 I controlli hanno interessato poi un autotreno che trasportava animali vivi, nella fattispecie 80 suini con una serie di irregolarità alle leggi sanitarie, poiché il veicolo non forniva sufficiente illuminazione per consentire l’ispezione e la cura degli animali e perché i suini non disponevano di acqua nel vano di carico per abbeverarsi poiché chiusa.

Le normative in materia di trasporto di animali vivi hanno come ratio quella di non far patire agli animali inutili sofferenze durante il viaggio nel quale devono essere garantite loro condizioni di benessere.

Giorgio Galvani

Giorgio Galvani nominato Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica italiana

L’aeroporto batte tutti i record e porta 150 milioni di Pil in più in Umbria. Ma Panato deve scrivere ai soci: dovete versare