in ,

“Tutta mia la città”  fa festa ai Campacci di Marmore

Il progetto di cooperativa Actl e assessorato al welfare del Comune di Terni ha coinvolto 250 bambini | LE FOTO

TERNI – Sei settimane, tre campus estivi, 250 ragazzi coinvolti. Poi la grande festa ai Campacci di Marmore, mercoledì 3 agosto. Si è appena conclusa la parentesi estiva del progetto “Tutta mia la città” che ha fatto arrivare gruppi di bambini al Quartiere Italia, all’ex scuola materna di  San Valentino, ai giardini pubblici della Passeggiata.  

Giovani e giovanissimi (di età compresa tra i 4 e i 14 anni)  alla scoperta del loro territorio, su iniziativa della cooperativa Actl e dell’assessorato al welfare del Comune di Terni. In ogni campus ci si poteva appassionare di musica, pittura, ambiente, minibasket, balli latini,  laboratori di manualità. Sono state sei settimane all’insegna dell’inclusione, in cui tante associazioni, anche di volontariato, sono scese in campo per rendere più attrattiva la città e più divertente l’estate dei bambini che hanno partecipato alle attività. «E’ sorprendente assistere all’entusiasmo di tanti giovanissimi che con dispiacere salutano l’esperienza estiva – dichiara l’assessore Cristiano Ceccotti – dopo essere entrati in stretto contatto con aree della loro città che non conoscevano e con compagni di gioco co disabilità. Le attività promosse, infatti, sono state indirizzate alla riscoperta del territorio, alla creatività e alle attività outdoor, attraverso percorsi di educazione all’ambiente e alla cittadinanza attiva».

Tutta mia la città

«Questo – aggiunge Ceccotti –  anche grazie alla collaborazione con diverse realtà associative come  “ Ponte degli artisti”  per i laboratori espressivo creativi, “Pink Basket Terni” per le attività di minibasket, Asd Studio 1 per il laboratorio di danza e musica, Age per il laboratorio tecnico scientifico. E con  la scuola di musica Albasini».   I tre campus  hanno coinvolto molti minori con fragilità, 125 il numero esatto. In un’ottica di piena partecipazione ed inclusione con le attività proposte da “Tutta mia la città”, gli educatori della cooperativa  Actl hanno inoltre seguito i bambini anche in altri centri estivi del territorio in base alle preferenze dei  genitori.
A conclusione di questa straordinaria  esperienza,  si sono ritrovati ai Campacci di Marmore  250 famiglie: tutte quelle coinvolte nelle passate sei settimana.

Terni: famiglie numerose, ecco le scadenze per richiedere i contributi

Caro libri, è già caccia agli affari. Anche al supermercato