in

Passione funghi? Va nel bosco e trova un Maitake di 5 chili

Il curioso fatto a Città di Castello

R.P.

CITTÀ DI CASTELLO – È stato un giovane cercatore tifernate a trovare nei boschi dell’Altotevere umbro-toscano un fungo record che sfiora i cinque chili di peso: per la precisione alla prova della bilancia le lancette si sono fermate a oltre quattro chili e cinquecento grammi.

Il 25enne Jacopo Cima, appassionato “fungaiolo” come il nonno Gianfranco Fiorucci e lo zio Simone Fiorucci, storici edicolanti e titolari di esercizi commerciali della città, è il protagonista dell’insolita scoperta in un caldo pomeriggio di questo inizio autunno. Armato di bastone in legno e adeguata attrezzatura il giovanesi è imbattuto in uno splendido esemplare di “Grifola frondosa” (ovvero Grifos Frondosus) un fungo non molto diffuso che cresce sotto gli alberi di castagno e appartiene alla famiglia delle Meripilaceae. Ricco di minerali (il potassio, calcio, e magnesio), varie vitamine (B2, D2 e Niacina), fibre e amminoacidi, in Cina e Giappone e nel mondo è anche conosciuto col nome di “Maitake” e viene anche utilizzato per stimolare il sistema immunitario.
Qualche comprensibile attimo di smarrimento fra stupore, ma anche soddisfazione, e poi il fungo “extra-large” è stato raccolto con cura e depositato nel cesto prima della prova del peso a casa in mani sicure, comprese quelle della piccola Viola che non ha esitato a farsi fotografare sorridente con il fungo da record.

Maitake di 5 chili

«Una bella soddisfazione prima di tutto per mio nipote Jacopo e poi per la nostra famiglia da sempre appassionata nell’andare a cercare e raccogliere funghi nei nostri bellissimi boschi al confine fra umbria e tosacana», ha dichiarato con orgoglio Simone Fiorucci, accanto alla moglie Alice e alla figlia Viola nel ricordare come suo padre Gianfranco, nonno di Jacopo, qualche anno fa era stato protagonista di un analogo episodio di un ritrovamento di un fungo gigante identico a quello del nipote. Davvero incredibile come la storia si ripeta. Ora non rimane altro che festeggiare con una cena in famiglia e gustare il sapore e profumo del fungo “gigante”.
Il Maitake è ricco di minerali (il potassio, calcio, e magnesio), varie vitamine (B2, D2 e Niacina), fibre e amminoacidi. Il costituente attivo che potenzia ed esalta l’attività immunitaria è stato identificato negli ultimi anni ottanta, si tratta di un materiale avvolto da una proteina polisaccaride beta-glucano, un composto talvolta ritrovato nei funghi dell’ordine Polyporales. La prevenzione del cancro è uno degli usi prevalentemente suggeriti per l’estratto di questo fungo.

Tour della salute

A Perugia due giorni di screening gratuiti nel truck hospitality del “Tour della salute”

palazzo spada

Terni, Acea in Asm: altra bagarre in Comune