in ,

Viaggio all’interno del percorso verde, il polmone di Perugia

UMBRIA 7 NEI QUARTIERI | Dallo stagno allo sport, dai giochi al relax. E la solita battaglia contro i vandali. LE FOTO

di Massimiliano Pezzella

PERUGIA – Il percorso verde di Perugia è rinomato per la sua bellezza naturale e per i numerosi ettari di verde che permettono un facile cammino all’aria aperta. I cittadini sono soliti recarsi sul posto per praticare sport all’aperto, molteplici attività tra le quali il trekking, jogging, la corsa e la passeggiata, accompagnati a volte con i fedeli amici a quattro zampe. Il percorso verde è stato intitolato a Leonardo Cenci, la memoria di questo corridore ma soprattutto personaggio conosciuto per il suo coraggio nell’affrontare la malattia e il suo impegno a favore di altri malati oncologici con la sua Avanti tutta è impressa nella mente di ogni perugino.

L’area verde è ricca e prosperosa con svariate specie arboree che accompagnano il cammino di chi voglia appropinquarsi all’interno del parco. L’intera zona è ben gestita e fornita di aree che permettono la siesta ed il riposo di chi vuole godersi un caffè o un cappuccino grazie alla presenza di numerosi bar e del famoso circolo bocciofilo ricreativo che ospita copiose competizioni e tornei. All’interno del percorso verde è situata un’area riservata allo stagno per le specie di uccelli acquatici. Tra gli amici pennuti spiccano le papere gli anatroccoli ed i piccioni, nonché oche giulive ed altre specie protette. Numerose sono le aree destinate ai giochi per i più piccoli e per i giovani di ogni età. Tra queste la presenza di parco giochi forniti di altalene, piccole funivie, casette e per i più grandi le associazioni calcistiche del Montemorcino Calcio, lo Skate Park e la pista da Bmx.
Tuttavia il percorso verde nonostante sia famoso per la sua fruibilità e bellezza naturale non è stato risparmiato dall’operato dei vandali che hanno anche in questa oasi protetta e circostanza imbrattato vari cartelli destinati alle indicazioni per gli esercizi fisici. È inoltre presente nel grande parco il centro delle giovanili del Perugia Calcio Paolo Rossi con i suoi campi sportivi ed una pista ciclabile. I campetti da basket sono ben allestiti ed organizzati per ospitare competizioni amatoriali, eventi e non solo. Al centro dell’oasi si trova un piccolo bar fornito per ospitare i giovani con varie strutture in cemento per il gioco del ping-pong anche agonistico e diverse aree verdi per l’accoglienza dei cani. È inoltre presente il campo da baseball professionistico con relativa associazione sportiva e quello di rugby che ospita le squadre del Perugia. Zona prosperosa quella del percorso verde che registra la presenza di centinaia di persone ogni giorno intente a godere la bellezza del paesaggio e dei suggestivi tramonti. Un’oasi di relax di piacere ma anche di spettacoli naturali con chilometri e chilometri macinabili di cammino riscaldati di giorno e di sera dal tepore del sole, certo, nelle giornate migliori. È stato segnalata in passato l’attività illegale di alcuni soggetti che hanno profanato l’area destinata alla ricreazione delle specie di uccelli acquatici. Alcune persone non ancora identificate dopo tanto tempo sembrano aver turbato l’equilibrio delle delicate specie di volatili presenti nell’area, sono aumentati così i controlli. Vicino al percorso verde svettano il Pala Barton, la polisportiva che ospita la Sir Safety Umbria Volley e lo stadio Renato Curi. L’intera zona è percorribile a piedi. Premiata dai più piccoli, la presenza di alcuni giostrai che occupano alcuni punti di snodo dell’area verde. In autunno Pian di Massiano ospita i famosi baracconi e le giostre, ma anche eventi circensi.

“Feel the Fil”: la Filarmonica Umbra alla sua 48esima stagione

Cannara, truffa informatica da 8mila euro