in

Anche Bevagna nella “strada del Sagrantino”

Dopo Montefalco, Giano dell’Umbria e Gualdo Cattaneo, anche un altro dei borghi più belli d’Italia si aggiunge all’itinerario

BEVAGNA (Perugia) – Anche Bevagna nella “strada del Sagrantino”. Dopo Montefalco, Giano dell’Umbria e Gualdo Cattaneo, anche Bevagna si prepara a valorizzare i suoi attrattori culturali, ovvero la raccolta archeologica a Palazzo Lepr, piazza Filippo Silvestri e il teatro Francesco Torti.Grazie al progetto co-finanziato dal Por-Fesr 2014-2020 azione 3.2.1. Regione Umbria – bando sostegno progetti imprese culturali e creative – , è stata sviluppata un’App che si attiva con i totem installati all’esterno di ognuno dei dodici attrattori coinvolti, di cui si potranno avere informazioni dettagliate in italiano e in inglese. Grazie al supporto del proprio smartphone, quindi, il turista vivrà un’esperienza in realtà aumentata attraverso contenuti interattivi dedicati. 

A Bevagna, uno dei borghi più belli d’Italia, l’itinerario è pronto a incantare i turisti che si recheranno a visitare la raccolta archeologica di Palazzo Lepri, Altro attrattore culturale, poi, è piazza Filippo Silvestri, nel cuore del borgo, con la sua caratteristica forma irregolare che la rende una delle più belle piazze medioevali umbre, dominata dagli edifici di rappresentanza del potere civile e religioso che la delimitano, con le tre chiese e il palazzo dei Consoli. Infine, salendo dalla scalinata laterale del Palazzo dei Consoli, si accede al Teatro Torti. Qui si apre, grazie all’App, uno scenario unico fatto di arti e fermento culturale che hanno caratterizzato la sua storia. L’esperienza interattiva potrà proseguire nel viaggio tra le terre del Sagrantino grazie agli altri nove attrattori culturali del progetto dotati di totem: a Montefalco il Complesso Museale di San Francesco, il Palazzo comunale, la Torre campanaria e il complesso di San Fortunato; a Giano dell’Umbria il Complesso di San Francesco, il Castello di Morcicchia e l’Abbazia di San Felice; a Gualdo Cattaneo la Rocca Sonora, la chiesa di San Terenziano e Flacco e quella dei Santi Antonio e Antonino.

Terremoto: nessun danno ma forti disagi per i pendolari

Catene da neve. Repertorio

Viabilità, torna l’obbligo di catene a bordo: le strade umbre interessate