in

Le Deva, P!nk, Aka 7even, Eterea: un po’ di musica in rotazione radiofonica

UMBRIA7 MUSIC ON AIR | Su e giù per l’Italia tra note e curiosità

foto di Ebru Yildiz
Francesca Cecchini

Videoclip, rotazioni radiofoniche e nuovi progetti musicali dei giovani artisti emergenti italiani tra indie, elettronica, pop e

Uscirà il prossimo mese di febbraio per Rca Records/Sony music “Trustfall”, nuovo atteso album della pop star P!nk, anticipato in radio dal primo singolo “Never gonna not dance again”, brano prodotto dagli hitmakers Max Martin e da Shellback, anche co-autore insieme all’artista. La canzone è stata presentata domenica 20 novembre sul palco degli American music Awards a Los Angeles durante una commovente esibizione in omaggio a Olivia Newton-John.

Kamrad e Aka 7even

Kamrad e Aka 7even insieme per la nuova versione di “I believe“, originale riarrangiamento di uno dei più grandi successi europei degli ultimi mesi che tratta il tema della fiducia nelle relazioni e della difficoltà che nella vita quotidiana si riscontrano nell’approcciarci agli altri.
«Penso che molte persone, me compreso, – soffrano di aspettative irrealistiche che la società e i social media diffondono in termini di relazioni – le parole di Kamrad – Voglio mostrare ai miei fan e a tutti gli ascoltatori la mia crescita. Tutto sarà più personale, più onesto e semplicemente più me stesso».
«Essere scelto come artista italiano per una collaborazione internazionale – il commento di Aka 7even – è sempre un onore oltre che un’occasione di entrare in contatto con influenze musicali differenti. Appena ho sentito ‘I Believe’ ho accettato subito di sposare il progetto e ringrazio ancora Kamrad per aver deciso di condividere con me la sua musica».

Le Deva_foto dalla pagina Facebook Le Deva official
foto dalla pagina Facebook Le Deva official

Unico quartetto pop femminile italiano, Le Deva parteciperanno martedì 22 novembre alla semifinale della 23esima edizione del festival “Kenga Magjike” in Albania, uno degli eventi più importanti e seguiti in Italia e non solo. La band gareggerà nella categoria “Big international artist” con il brano “GiuraGiuda”, ultimo singolo disponibile su tutte le piattaforme digitali e nel corso delle semifinali si giocheranno la possibilità di poter disputare la finale del concorso, prevista per sabato 26 novembre.
“GiuraGiuda” ha rappresentato un nuovo percorso per Le Deva, che in questo brano elettro-pop vestono i panni di moderne supereroine, che rivendicano la forza delle donne che subiscono inganni e tradimenti.
«Quando il sonno si rompe scrivo e attraverso le canzoni l’inquietudine cambia forma. Qualcosa di profondamente tuo diventa suo, loro, nostro e quel flusso sul quale è cucito quel sentire comune inizia a pesare di meno – commenta Verdiana Zangaro, che ha composto il brano con Luca D’Angelo – “GiuraGiuda” è un frammento di quel buio che è diventato il mio inchiostro, per raccontare che il coraggio è vero solo nelle ore più scure della notte, quando le maschere degli uomini si ammassano sul comodino. È la storia dell’ennesima maschera, che ha lo stesso retrogusto amaro di quelle che ti facevano piangere nei bagni delle feste a 20 anni ma con un epilogo diverso, perché ciò che accade non cambia la cassa di risonanza del nostro cuore ma ne modifica le reazioni. Insomma, la canzone di chi nel male, mi ha fatto bene».
Le Deva sono Greta Manuzi, Laura Bono, Roberta Pompa e Verdiana Zangaro.

Tonno
foto di Davide Regoli

È “Miracolosamente illesi” il titolo del nuovo album della band toscana Tonno, uscito in digitale questi giorni per Woodworm publishing Italia/Universal music Italia srl (in versione fisica a partire dal 9 dicembre). Il disco, prodotto da Tommaso Colliva, è composto da otto tracce nate tra pandemia, guerre, cambi di lavoro, traslochi e relazioni che finiscono e rimanda all’ascoltatore il concetto che, nonostante tutto, da ogni situazione si piò uscire, appunto, “miracolosamente illesi”.
Il progetto discografico, commenta il gruppo: «È un abbraccio e l’abbraccio è una di quelle cose che ci si dà a vicenda dopo che qualcosa di molto bello o qualcosa di molto brutto è successo. Un gesto semplice in una storia complicata. Le canzoni che ci sono dentro sono fatte alla stessa maniera e sono il nostro omaggio a tutti gli impatti e le collisioni che deviano la nostra traiettoria: a volte andare a casa, quasi sempre andare a caso». Il disco è stato anticipato dal singolo “Non lasciarmi andare”.

Man-Made Sunshine copertina ep

Si intitola “Man-Made Sunshine”, l’ep omonimo di Man-Made Sunshine, progetto della voce dei Nothing but thieves Conor Mason, nato durante il periodo di lockdown, durante cui l’artista ha ha prodotto il progetto musicale che fonde elementi di alt-indie, psych-pop ed elettronica in un suono nuovo e sperimentale.
«Sono partito dalla domanda “Man-Made Sunshine”: sono in grado di trovarlo e di crearlo da solo o è fatto per me? – racconta Mason a proposito del processo di scrittura dell’ep – Il progetto riguarda in ultima analisi la crescita interiore: mi sono addentrato in luoghi difficili per trovare la guarigione da una perdita e mi sono concentrato su pensieri e sentimenti legati alla morte, al dolore degli altri e al mio vecchio io. Durante questo processo ho lavorato per prendere le distanze dalla felicità sintetica e trovare quella interiore, imparando a superare alcune vere oscurità nella mia vita. Questo progetto racchiude il mio amore per il pianeta e per tutte le cose naturali e il mio tentativo di riconnettermi con queste dimensioni. Si concentra anche sul mio rifiuto della nostra dipendenza dal mondo materiale e digitale e sulla mia lotta interiore con ciò che è veramente la realtà»
Cinque le tracce: “Brain in a jar”, “Big”, “Little bird”, “Life’s gonna kill you (if you let it)“, “Rosebud”.

maninni

Uscirà il prossimo 25 novembre “Mille Porte” (Ghandi Dischi / Sony Music Italy), nuovo singolo di Maninni con cui il cantautore barese è fra gli otto finalisti di Sanremo Giovani, con l’auspicio di aggiudicarsi un posto nei “big” (finale il 16 dicembre in diretta su Rai 1). Un brano che arriva dopo “Vaniglia”, “Bari NY”, “Irene” e “Caffè”.
“Mille Porte” è stato scritto da Maninni (al secolo Alessio Mininni), Gianni Pollex e Antonella Sgobio è, come spiega l’artista: «Una canzone che rappresenta il mio stato d’animo, la lotta tra il divino e il profano. Spesso siamo costretti a convivere con i propri mostri, non ci rendiamo conto che possono prevalere sulla sensibilità umana, destabilizzando il nostro io, combattendo verso il vero nemico noi stessi. “Mille porte” racconta di quando mi sono ripromesso di non cadere negli stessi errori, e ho voluto ritrovare la serenità nelle piccole cose della vita quotidiana per allontanare i miei dubbi. È verissimo che dopo il fondo c’è una risalita che ti fortifica».

ETEREA e NASHLEY

È realizzato in collaborazione con il rapper Nashley il nuovo brano della giovane cantautrice di Anzio Eterea (al secolo Federica Corsi), “Giura” (Ada music Italy). Il singolo, prodotto da Beppe Stanco e Andrea Monteforte in collaborazione con Roman Meister, tocca il mindo della musica acustica ed elettronica ed è caratterizzato da un beat accattivante tra strofe rap e canto pop.
“Giura” è stato presentato per la prima volta dal vivo all’Oceana theater di Brooklyn in occasione del Festival della musica italiana di New York.
«L’uscita di “Giura” è il raggiungimento dei primi traguardi che sono solo l’inizio degli obiettivi che mi sono prefissata nel momento zero in cui ho intrapreso questo percorso – dichiara Eterea – Nel brano si descrive una situazione dove il volersi bene reciproco di due persone purtroppo sembra non bastare e i vizi portano a non far basare più il legame tra i due individui sull’onestà. Felicissima di questa collaborazione con Nashley, un artista che stimo molto e che ha dato un grande contributo alla realizzazione del brano».

Abiti taroccati consegnati a domicilio, denunciato ambulante

Dodi Battaglia

Al Lyrick di Asisisi sulle note delle chitarre di Dodi Battaglia tra “Canzoni e sorrisi”