in ,

Libero e Virgilio in down: milioni di utenti tagliati fuori dalla posta elettronica

Disservizio che dura da più di 24 ore

Fra.Cec.

Prosegue ancora il down di Libero e Virgilio, aziende gestite dal service provider ItaliaOnLine.
Dalla notte tra il 22 e il 23 gennaio milioni di utenti sono ancora tagliati fuori dalla posta elettronica. Sembrerebbe, come si legge nel tentativo di accedere a entrambe le caselle di posta, che si siano verificati «disservizi sull’infrastruttura» a cui fanno capo i due servizi web, in particolare la posta elettronica.

«È stato identificato il problema in corso di risoluzione, che è dovuto ad un disservizio all’interno del nostro data center. Pertanto, una volta ripristinato il servizio, non si avrà nessuna perdita di dati per gli account Libero e Virgilio mail. Ci scusiamo per il disagio che i nostri utenti sono costretti a subire in queste ore e confidiamo in una rapida risoluzione».
Ma a distanza di più di 24 ore tutto è rimasto fermo e i fruitori iniziano a lamentarsi.
«Credo che per un’azienda importante di servizi informatici sia inaccettabile – uno dei commenti su Downdetector, principale piattaforma di riferimento per gli utenti – Due giorni di down senza poter accedere al proprio indirizzo di posta al momento è un grande danno».
«Sono furioso, a dir poco – altro utente – Ho un servizio di posta elettronica a pagamento, tra l’altro si sono premurati di ricordarmi che dovrò rinnovare l’abbonamento a breve… In questi anni problemi su problemi».

Note a margine/L’anno accademico Unipg inizia con una seduta di crioterapia, l’annuncio della rivoluzione-sanità e la “pax olivieriana”

Terni: il regista Paolo Genovese presenta “Il primo giorno della mia vita”