in ,

Uragano Sir: 3-0 su Padova e capolista indiscussa in Superlega

16 i punti di stacco da Modena con cui i bianconeri si scontreranno domenica prossima

foto di Michele Benda
R.P.

PERUGIA – Con il 3-0 sul Padova di coach Cuttini al Palbarton, domenica 15 gennaio, sono quindici le vittorie consecutive in Superlega per la Sir Safety Susa Perugia. Un match che torna a confermare la capolista assoluta, a sedici punti dalla seconda, il Modena Volley.

Una prova di grande livello dei Block Devils che cambiano ancora – in campo stavolta anche Mengozzi ed Herrera – e che trovano ancora i giusti equilibri per portare a casa i tre punti in palio. Lo fanno al cospetto di una formazione, quella patavina, che per due set ha venduto cara la pelle giocando una gara di buona caratura e calando solo nel terzo parziale. Ma Leon hanno compagni hanno messo le marce soprattutto al servizio (7 ace, di cui 4 di Leon, contro 3) ed in attacco (56% contro 47%) facendo lì la differenza in campo.
Leon ed Herrera vanno in doppia cifra in casa Sir Safety Susa chiudendo entrambi a quota 14 (60% in attacco per l’opposto mancino, 62% per il fenomeno polacco-cubano), ma l’Mvp di giornata è Roberto Russo che alza la saracinesca a muro terminando con 3 vincenti e 7 punti a referto. Colaci (64% in ricezione) e Giannelli (4 su 4 in attacco) sono delle garanzie assolute, Semeniuk (9 punti) è uomo a tutto campo, Mengozzi porta il suo mattone alla causa con 5 punti con 2 muri.
«Sono contento che il coach mi abbia dato spazio – commenta Stefano Mengozzi – sono contento per i tre punti, per la squadra e per il percorso che stiamo facendo. Poi sono ovviamente felice di aver dato il mio contributo. Il primo set loro è stato duro, loro hanno ricevuto molto bene. Poi siamo cresciuti in battuta nel secondo e terzo parziale portando a casa il match».
Ora per i bianconeri una settimana piena di allenamenti in vista della sfida a Modena di domenica 22 gennaio.

LA PARTITA

Herrera in posto due, la coppia Russo-Mengozzi in posto tre. Queste le scelte di Anastasi. Bella partenza degli ospiti spinti da Petkovic (3-5). Altri due per Padova (3-7). Herrera gioca bene con il muro (5-7). Ace di Petkovic (7-11). Fuori Leon (8-13). Si riscatta subito il capitano bianconero con il doppio ace dell’11-13. Petkovic va ancora a bersaglio (14-17). Fuori Canella, Perugia a -1 (16-17). Fuori anche Petkovic, si torna in parità (17-17). Pallonetto millimetrico di Leon, Block Devils avanti (18-17). Giannelli di seconda intenzione (20-18). Canella vince il contrasto a rete e pareggia (20-20). Capolavoro di Semeniuk in contrattacco poi Giannelli in attacco di prima intenzione (23-20). Russo porta Perugia al set point (24-21). Chiude Mengozzi (25-22).

Sir Safety Susa Perugia
foto di Michele Benda

Si riparte con l’equilibrio che regna sovrano. La pipe di Semeniuk segna il 6-5 Perugia. Takahashi capovolge (6-7). Mette anche il muro il giapponese (7-9). Mengozzi poi ace di Semeniuk (9-9). Ace anche di Herrera, Perugia avanti (12-11). Doppietta a muro di Russo (14-12). Ace di Leon a 128 Km/h (15-12). Takahashi riporta sotto i suoi (16-15). Super difesa di Colaci, poi out Petkovic (21-18). Russo invalicabile a muro (22-18). Ace incredibile di Leon, set point Perugia (24-19). Al terzo tentativo chiude Russo (25-21).

Sir Safety Susa Perugia
foto di Michele Benda

Scappa via Perugia nel terzo set. I muri di Mengozzi ed Herrera fissano il punteggio sul 9-4. Ancora Mengozzi a muro, poi out Crosato (12-6). Herrera mantiene le distanze poi ace di Russo (16-9). Asparuhov in contrattacco (16-11). Muro di Crosato (19-15). Saitta di seconda intenzione, Padova torna a -3 (21-18). Mengozzi chiude il primo tempo (23-18). Fuori il servizio di Saitta, match point Perugia (24-19). In rete Asparuhov, si chiude così (25-21).

Sir Safety Susa Perugia
foto di Michele Benda

«Senza una soluzione, conseguenze catastrofiche per la sanità». Grido d’allarme bipartisan delle Regioni al Governo

Arrestato dopo 30 anni di latitanza il boss mafioso Messina Denaro