in

Con gli occhi della meraviglia: A Corciano è tempo di Festival del libro

Anche la premiazione del concorso riservato alle scuole del territorio a tema “Cerchi… amo la pace”

R.P.

CORCIANO (Perugia) – Pronta a partire la sesta edizione del Festival del libro a Corciano: “Con gli occhi della meraviglia” tornerà infatti alla biblioteca Gianni Rodari il 25 e il 28 maggio. Ad annunciarlo è il sindaco Lorenzo Pierotti che definisce la struttra come un vero e proprio «fiore all’occhiello del nostro territorio» e «la varietà e il successo dell’offerta culturale dimostra quanto l’amministrazione creda e investa nella sua valorizzazione».

Oganizzata dalla stessa biblioteca comunale in collaborazione con l’associazione culturale Le Onde, la due giorni sarà incentrata sul tema “Cerchi… amo la pace”, volto a proporre una riflessione sulla pace con se stessi, con gli altri e con la natura, con l’ausilio della figura geometrica del cerchio, legata al simbolo della vita e che rappresenta anche la perfezione, l’omogeneità, l’assenza di divisione e distinzione.
Sulla stessa linea anche l’omonimo concorso artistico – letterario che ha come sottotitolo “con se stessi, con gli altri e con la natura” proposto ai bambini e ragazzi e agli alunni delle scuole dell’infanzia e primaria. La premiazione si terrà domenica 28 maggio.

Nelle giornate del Festival, tante le attività destinate a bambini e ragazzi: laboratori artistici, manipolativi e di movimento, giochi da tavolo, letture animate, spettacoli teatrali, presentazioni di libri ed incontri con gli autori, stand con proposte letterari e lo spettacolo teatrale “Il gatto con gli stivali” di Madera e Rosi. Tutte le iniziative (a ingresso libero)sono collegate tra loro dal filo conduttore del libro e della lettura, perché l’intento è promuovere la lettura tra le giovani generazioni, sensibilizzando anche gli adulti.
A Inoltre, a cielo aperto, nel parco antistante verranno allestiti stand delle case editrici e librerie con le ultime novità letterarie, angoli per attività ludiche e laboratoriali e spazi per eventi teatrali.
«La biblioteca ha come fine ultimo la diffusione della cultura – sottolinea il primo cittadino – ma è ben conscia del ruolo sociale che ricopre all’interno del territorio, mettendosi in relazione positiva con la rete di associazioni ed istituzioni scolastiche che sul territorio vivono ed operano».
Le attività della biblioteca comunale “Gianni Rodari” sono rivolte a bambini, ragazzi ed adulti e raccolgono sempre una grande partecipazione. Il 2022 ha segnato un “ritorno” in biblioteca di tanti che nei due anni di pandemia fisiologicamente si erano allontanati (chiusure ed accessi contingentati avevano fatto la loro parte) e quindi il numero degli accessi (circa 15.500) e dei prestiti (circa 16.000) è tornato sui livelli già alti del 2019. Il tutto grazie anche ad un’attenta campagna di acquisto del materiale librario, così da avere una collezione, di oltre 34.000 volumi, sempre aggiornata ed attenta alle esigenze dell’utenza

Scompare un bambino? «Bisogna essere tempestivi». Polizia e studenti insieme per un giorno

Pugno duro su Fontivegge: il Comune chiude per sempre il locale attira-balordi