in

Anche Montone nel festival Suoni controvento: a luglio arrivano Mercadini e Catalano

In scena tra memorie, confessioni, racconti, poesie, favole, miti, pianti, e risate

foto di G. Zanon

MONTONE (Perugia) – «Siamo entusiasti di ospitare a Montone, nel periodo di maggior flusso turistico la rassegna Suoni Controvento in uno dei nostri luoghi più suggestivi, la Rocca di Braccio. La qualità della rassegna porterà un valore aggiunto al ricco cartellone estivo in uno dei Borghi più Belli d’Italia e Bandiera Arancione del Touring Club». Con queste parole Mirco Rinaldi, sindaco di Montone, commenta l’entrata del comune umbro fra le fila delle città che ospiteranno la sesta edizione di “Suoni controvento”, festival estivo di arti performative promosso da Aucma.

Il prossimo 31 luglio alle 21 arriva alla Rocca di Braccio una tappa del tour estivo di Roberto Mercadini e Guido Catalano “Cose che Non Avremmo Sperato di Potervi Dire”.
Due schegge impazzite percorrono ciascuna la sua imprevedibile traiettoria, ma possono pur sempre incrociarsi. Due cani sciolti non hanno padroni né un branco; ma possono, liberamente, percorrere un tratto di strada correndo fianco a fianco. Due errori del sistema, possono trovare una imprevedibile armonia. Così Guido Catalano e Roberto Mercadini, esseri simili e complementari, opposti e analoghi, raccontano le loro solitarie vicissitudini e la loro lunga amicizia, fra palesi somiglianze e altrettanto palesi differenze. Memorie, confessioni, racconti, poesie, favole, miti, pianti, risate, amori, odii, sfrenata esuberanza e toni di ineccepibile sobrietà.

Roberto Mercadini e Guido Catalano
foto di G. Zanon

Prevendite a partire dalle 15 del 21 aprile su circuito TicketItalia. Il festival si realizza grazie al sostegno della Regione Umbria e della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Al Riverock festival una serata speciale con il doppio live di Samuel e Mace

La sanità che non va/Ospedale di Terni, la chiesa dimenticata al sesto piano e la Cardiologia in sofferenza