in ,

Botta e risposta Confartigianato-Latini: «Al lavoro ogni giorno per Terni»

La replica del primo cittadino alla nota diffusa: «In linea con loro. Confronto continuo con tutte le parti»

Palazzo Spada (foto Settonce, riproduzione riservata)

TERNI – Dopo la nota diffusa stamattina dall’associazione, nel pomeriggio è arrivata la risposta del sindaco Leonardo Latini alle parole di Confartigianato Terni.

In una nota, la Confartigianato aveva puntualizzato: «Siamo preoccupati perché la ricandidatura anticipata del sindaco Latini sembra aver impresso una eccessiva accelerazione al dibattito cittadino avviando con considerevole anticipo i toni del confronto elettorale. Nel pieno rispetto dei reciproci ruoli istituzionali, l’associazione conferma la tradizionale piena equidistanza dal dibattito politico e dalle singole forze politiche. Al tempo stesso in questo delicato momento della vita cittadina sente ancora più pressante la necessità di focalizzare ogni sforzo nella propria missione di difesa delle imprese locali e di promozione delle opportunità di sviluppo del territorio. La città al momento è impegnata nel rispetto dei tempi e degli impegni previsti dai progetti Pnrr, nel rilancio post pandemia e nel contrasto alla pericolosa crisi delle materie prime e dei costi energetici. Le semplificazioni, seppure legittime, unite ai, per certi versi inevitabili, tentativi di coinvolgimento di tutti gli enti e istituzioni nel confronto elettorale generano voci destituite di fondamento e contribuiscono a creare confusione, situazione per niente opportuna nel momento attuale denso di impegni e obiettivi da raggiungere. Ecco perché una campagna elettorale così anticipata e lunga, come potrebbe verificarsi se proseguiranno i toni attuali, non appare affatto opportuna e costituirebbe un ulteriore ostacolo al livello di coesione sociale che appare indispensabile per fronteggiare i diversi problemi sul tappeto. Confidiamo che tutti, enti associativi, forze politiche e operatori dell’informazione, tengano nella dovuta considerazione l’opportunità di non accelerare i toni elettorali nel dibattito cittadino».

Nel pomeriggio, la risposta del primo cittadino non si è fatta attendere: «La valutazione di Confartigianato sulla necessità di concentrarsi sulle questioni concrete per lo sviluppo della città ed evitare toni troppo aspri nel dibattito politico, mi trova perfettamente in linea. Come amministrazione e come sindaco siamo al lavoro ogni giorno su tutte le opportunità per Terni e il suo territorio, a cominciare dai progetti per il Pnrr per i quali stiamo lavorando, senza tregua, grazie anche alla buona volontà e ai sacrifici di una struttura comunale ridotta all’osso. Da parte mia non ci sono mai state polemiche e mai ce ne saranno: non ne ho, non ne abbiamo tempo. Terni sta uscendo dalla pandemia e il Comune sta venendo fuori da un dissesto economico. Sul tavolo ci sono le opportunità del Pnrr, i progetti del gruppo Arvedi, il completamento di infrastrutture fondamentali per il futuro della città, la definizione della sua identità e del suo ruolo strategico nei prossimi anni. Su questo continueremo a confrontarci con le associazioni di categoria e con le parti sociali e con la città come abbiamo sempre fatto. Per la campagna elettorale ci sarà tempo in futuro».

Furti in case e negozi da 150mila euro: nessun piano, le vittime scelte a caso

Lavori via Murri-via Pasteur: finalmente in arrivo la manutenzione