in ,

Polo chimico e futuro green al Rotary: «Le istituzioni diano una mano alle aziende»

Nelle pieghe dell’incontro si è parlato anche delle criticità da affrontare e delle trasformazioni da compiere. Il presidente Astolfi: «Noi sempre presenti sul territorio»

TERNI – La situazione attuale e le prospettive che ruotano intorno al polo chimico sono stati i temi portanti dell’incontro promosso dal Rotary club di Terni presieduto da Nicola Astolfi. Ospite d’eccezione della serata , Marco Iorio, amministratore delegato Beaulieu Fibres International Terni,  che ha illustrato le prospettive di sviluppo e del polo chimico ternano alla luce delle nuove trasformazioni in tema green e a fronte delle criticità dovute alla crisi e alla attuale situazione internazionale.

Presenti anche Simone Cascioli, direttore di Confindustria Umbria, Riccardo Morelli, presidente di Confindustria, e Laura Pernazza, presidente della Provincia di Terni. «La speranza del polo chimico di Terni – ha detto Iorio – è che le aziende continuino a investire e che si risolva il caso Treofan. E’ importante – ha aggiunto – che le istituzioni diano una mano alle aziende per dare un futuro a chi ci lavora».

Astolfi, infine, ha sottolineato il ruolo del Rotary: «Sempre presenti sul territorio, cerchiamo di porre l’attenzione su realtà importati della nostra città per portarle a conoscenza e dare contributo con l’obiettivo di fornire strategie per il nostro sviluppo».

Con “Umbria antica” sette tappe per conoscere luoghi storici della regione

Omicidio stradale, l’accordo tra Regione e procura a tutela delle vittime