in , ,

Balzo dell’export nei primi tre mesi 2022 (+35,4%). Un piccolo segnale nel buio della tempesta europea 

SPOTLIGHT di MARCO BRUNACCI | Il dato, migliore rispetto alla media nazionale di 13 punti, si aggiunge ai risultati segnalati dall’ultima ricerca Aur di inversione del trend economico rispetto agli anni precedenti. Ma ora si avvicina la tempesta perfetta. Basteranno i segnali di vitalità per reggerla?

di Marco Brunacci

PERUGIA – A caccia di buone notizie, in un momento di buio pesto per l’economia europea, non solo italiana. E allora ecco il dato dell’Umbria che almeno è un piccolo segnale.

L’export dei primi tre mesi del 2022, con tutti i guai già presenti nello scenario internazionale, sono stati esportati all’estero dall’Umbria 1,3 miliardi di euro di beni e servizi con un aumento delle esportazioni in termini percentuali rispetto al 2021, primi tre mesi, del 35.4%.
Rispetto alle restanti regioni del centro Italia il dato è lusinghiero (solo 17% in più) ma anche facendo riferimento alla media nazionale l’Umbria si colloca ben sopra (22%), piazzandosi con i campioni industriali del nord.
La piccola Umbria alcuni risultati economici – attestati ultimamente dallo studio Aur – li ha obiettivamente centrati: dal 2020 ha invertito il trend del decennio precedente, un trend che ha visto l’economia umbra andare costantemente peggio rispetto alla media nazionale. E anche in
questo inizio di 2022 gli indicatori le sono favorevoli.
Dati buoni per Pil (relativamente alla media italiana, ovviamente), per il contenimento della disoccupazione e adesso bene anche per l’export (quest’ultimo dato è molto buono, bisognerà vedere però l’eventuale livello di flessione nel periodo della guerra in corso).
Il problema è che l’Umbria è piccola e il contesto internazionale tanto grande da poterla inghiottire. Basteranno gli sforzi fatti qui per reggere la tempesta che si sta abbattendo in tutta Europa, partendo dall’energia, quindi dell’economia in generale, fino alla finanza, sperando che non diventi anche tempesta alimentare.

Ecco Comunità E.Co, la prima struttura residenziale sociosanitaria per minori in Umbria

San Lorenzo, le facciate “restituite” alla città. Cucinelli: «Buoni semi per buoni frutti»