in

“Caduto da sempre”: ad Assisi cento anni di Pier Paolo Pasolini

In scena Ramberto Ciammarughi, Maria Paiato, Lino Musella e Francesco Bolo Rossini

ASSISI (Perugia) – Due giorni per il ciclo di spettacoli “Caduto da sempre”, al Piccolo teatro degli Instabili di Assisi il 2 e il 3 giugno in occasione del centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini. Le rappresentazioni vedranno la partecipazione del pianista e compositore umbro Ramberto Ciammarughi e degli straordinari interpreti Maria Paiato, Lino Musella e Francesco Bolo Rossini.

“Caduto da sempre” prende il titolo dal passaggio più suggestivo della lettera inviata dallo stesso Pasolini a Don Giovanni Rossi, fondatore della Pro civitate christiana. Una condizione, quella del Pasolini, che frequentò Assisi dal 1962 al 1965, del poeta caduto da cavallo e incapace di risalirvi. Un conflitto fra ispirazione e pulsione, fra spiritualità e politica che germinerà nella realizzazione de “Il Vangelo secondo Matteo”. Dunque proprio Assisi, che ispirò allo scrittore il suo primo film, ospiterà fra i suoi palazzi più belli, palazzo Bartocci Fontana, palazzo Vallemani e palazzo Monte Frumentario, due giorni di spettacoli che hanno la speranza di non tradire la poetica del grande scrittore, poeta e regista italiano. D’altronde la città non è nuova nel porre omaggio al poeta che, già nel 2019, e sempre per conto del Piccolo teatro degli stabili, ha proposto al suo pubblico PPP/Vita attraverso. La sperimentazione artistica che c’è stata in passato continuerà a vivere, mutando forma, anche nelle giornate di giovedì e venerdì. Un lavoro collettivo intriso di passione che vedrà anche l’esposizione di alcuni stendardi sui palazzi in cui si terranno le esibizioni.

Rambero Ciammarughi

Si inizia giovedì 2 giugno a palazzo Bartocci Fontana alle 18 con “Niente di naturale” a cura della compagnia del Piccolo teatro degli Instabili, con replica il giorno seguente alla stessa ora. Alle 21 palazzo Vallemani ospiterà “Caduto da sempre – Atto I – Un usignolo” protagonisti grandi attori della scena teatrale e cinematografica italiana: Maria Paiato, Lino Musella e Francesco Bolo Rossini.
Venerdì 3 giugno alle 21 spazio a Raberto Ciammarughi a palazzo Monte Frumentario. Musicista attivo fin dagli anni ‘80 che si è esibito in tutto il mondo, tra Germania, Spagna, Francia, Giappone, Svizzera, Turchia, Lussemburgo e Singapore, abituato da molto tempo a lavorare come compositore e arrangiatore di colonne sonore, per spettacoli teatrali e installazioni di arte figurativa, sarà alle prese con musiche originali, pianoforte e live electronics per “Caduto da sempre – Atto II – In forma di canto”.
Informazioni e biglietti: 333 7853003 – info@teatroinstabili.com.

comune di Città di Castello

Il consiglio comunale approva a maggioranza il Piano economico finanziario 2022-2025

Città della domenica ingresso

Fine settimana lungo e denso di eventi alla Città della domenica