in

L’umbro Emanuele Settimi ai campionati italiani di triathlon olimpico élite 

L’amatore fa parte della squadra di Piediluco

Di Francesco Petrelli

TERNI- Dopo una serie di gare e lottando sempre per le prime posizioni, Emanuele Settimi si è classificato per la partecipazione ai campionati italiani di triathlon olimpico Elite a Barberino del Mugello il 25 e 26 Giugno Essenziale è stata la gara al triathlon internazionale di Bardolino dove Settimi ha ottenuto l’ennesimo risultato con la 26esima posizione assoluta e primo di categoria. L’atleta della squadra di Piediluco è l’unico umbro ad accedervi.  Mirko Rossi, presidente dell’asd “Quelli che lo sport Piediluco”, è entusiasta e commenta raggiante: «Sono molto soddisfatto per Emanuele perché è un ragazzo che si impegna costantemente tutti i giorni con duri allenamenti, per lui il 25 giugno dovrà essere solo un punto di partenza e con le motivazioni potrà portare a casa un grande risultato trainante per tutta la squadra».

« I Campionati Italiani di Triathlon Olimpico élite e Age Group – ha commentato Riccardo Giubilei, presidente della Federazione italiana triathlon – sono tra gli eventi più importanti del nostro calendario, tornano in Toscana in una location particolarmente evocativa come Barberino del Mugello e il lago di Bilancino. Questa è una gara che si svolge sulla distanza principe del triathlon, quella in cui competono gli atleti ai giochi olimpici che ci ha regalato uno splendido settimo posto nella prova femminile di Tokyo 2020. A Barberino ci saranno i nostri atleti di punta del panorama nazionale e i giovani di prospettiva oltre ai nostri amatori che affolleranno l’appuntamento a loro dedicato con i titoli di categoria in palio. La nostra Federazione sta cercando di creare rapporti e protocolli utili a creare sinergie sempre più strette con le amministrazioni locali e i territori che credono e investono nello sport, un elemento trascinante dell’economia, della qualità della vita e della ripresa – aggiunge Giubilei – il triathlon ha davvero caratterizzato questa ripartenza e ora, fiduciosi di poter vivere un’entusiasmante stagione 2022, ci aspettiamo un appuntamento di grande fascino il 25-26 giugno nel segno della vocazione sportiva. Tanti atleti presenti e altrettanti in giro per il mondo che non potranno partecipare, una vetrina per tutti e uno sport che cresce con sempre più seguito. Uno sport con sano agonismo e per l’aggregazione educativa, con lo sport si aiutano i giovani ad entrare nel mondo dei grandi».

Indiscreto/Metti una sera a cena da Guasticchi a Della Vecchia a Mignini. Torna il centrosinistra di governo?

Disabili e anziani sequestrati in casa per settimane per un ascensore rotto