in ,

Piazza Tacito, a Terni raddoppiano i misteri. «L’acqua nella fontana è marrone»

Le segnalazioni dei lettori: foto e video

e.p.

TERNI – «L’acqua nel catino è marrone. I segni zodiacali sono marroni». I cittadini scrivono alla redazione di Umbria7 alle sei del mattino di sabato 4 giugno: «Sui mosaici della fontana di piazza Tacito sembra che coli la ruggine».

Gli scatti di Umbria7 confermano l’immagine descritta nelle numerose segnalazioni. L’opera musiva appare sporca e sbiadita, nonostante i lavori di manutenzione del mese scorso. In quella circostanza il capogruppo del Pd in consiglio comunale, Francesco Filipponi, chiedeva spiegazioni alla giunta Latini: «Con una Pec del 15 maggio ho fatto richiesta di accesso agli atti, che dovevano arrivare entro dieci giorni, come previsto dal regolamento». Ma non c’è verso di accedere alla documentazione relativa ai lavori che hanno tenuto spenta la fontana monumentale di piazza Tacito dal 6 maggio fino al 21, quando i carri del Cantamaggio sono tornati a sfilare per le vie del centro. Filipponi sollecitava un chiarimento a tutto tondo: sulle spese, sulla manutenzione a cinque mesi dalla riapertura della fontana monumentale dello Zodiaco, sull’eventuale malfunzionamento dei filtri per il calcare.
Poi l’acqua è tornata a coprire le “pecche”. Solo che la fontana ha un timer: di notte si spegne e alle 7 si riaccende. Così, chi si trova a transitare per piazza Tacito all’alba e ha la fortuna di potersi avvicinare (il marciapiede è di ostacolo alle persone con disabilità) per scorgere la riproduzione dei disegni di Corrado Cagli, trova la situazione che abbiamo fotografato e che pubblichiamo. «Lunedì 6 giugno solleciterò di nuovo l’accesso agli atti, che non può essere negato neppure se ci fosse qualcosa da nascondere» – dichiara Francesco Filipponi.

CLICCA QUI PER IL VIDEO

pesa-barela ospedale città di castello

Alla Stroke unit di Città di Castello una bilancia pesa-barelle per migliorare gli standard di qualità

carabinieri Cannara

Le vendono online un fantomatico pony e poi spariscono con 6.000 euro