in ,

Dal nord al sud fino a un giro del mondo in 80 minuti per “Il suono della ricerca”

Un viaggio tra musica e scienza lungo un percorso che sfiora i quattro punti cardinali

foto di Marco Giugliarelli

PERUGIA – Cinque appuntamenti per il viaggio tra musica e scienza “Il suono della ricerca”, promosso dall’Università degli studi di Perugia in collaborazione con l’Orchestra da Camera di Perugia, che trona dal 6 luglio al 5 agosto nel capoluogo umbro sotto il main theme “Esplorazioni – sud, ovest, nord, est”.

I concerti, in scena sempre alle 19, si inseriscono nel percorso di avvicinamento all’edizione 2022 di “Sharper – Notte europea dei ricercatori” e si svilupperanno sotto forma di incontri in cui la proposta artistica incontrerà l’approfondimento scientifico, in un connubio tra ricerca e divulgazione musicale e didattica. Saranno i quattro punti cardinali a ispirare i programmi dei concerti e su cui i ricercatori dell’ateneo perugino si confronteranno da diverse prospettive disciplinari. Previsto un ultimo appuntamento dedicato a tutta la famiglia.

Il suono della Ricerca

Si inizia mercoledì 6 luglio al chiostro della cattedrale di San Lorenzo puntando la bussola verso sud: l’Orchestra da Camera di Perugia e Gianluca Pirisi al violoncello eseguiranno musiche di Luigi Boccherini e Joseph Bologne Chevalier de Saint-George, mentre l’approfondimento scientifico, a cura dell’Università degli Studi di Perugia, vedrà intervenire Loredana Bury (dipartimento di Medicina), Marco Cherin (dipartimento di Fisica e geologia), Giovanni Cinti (dipartimento di Ingegneria), Uliano Conti (dipartimento di Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione), Fabio Forlani (dipartimento di Economia), Maria Chiara Locchi (dipartimento di Giurisprudenza), Serena Massari (dipartimento di Scienze farmaceutiche), Arianna Miglio (dipartimento di Medicina veterinaria), Luisa Paolotti (dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e ambientali), Stefania Zucchini (dipartimento di Lettere-lingue, letterature e civiltà antiche e moderne).
Giovedì 21 luglio la rassegna si rivolgerà a ovest, sempre nella stessa location, con l’Orchestra perugina insieme al pianista Manuel Magrini. In programma musiche di Benjamin Britten, dello stesso Magrini e di vari autori della tradizione sudamericana. Approfondimento scientifico con Carlo Albanese in rappresentanza del Centro di ateneo per i musei scientifici (Cams).
Giovedì 28 luglio si va verso il nord al chiostro del rettorato dell’Università degli studi di Perugia con l’Orchestra da camera di Perugia accompagnata da Alessandra Gentile (pianoforte), Christian Schmitt (oboe e direttore), musiche di Franz Joseph Haydn, Edvard Grieg, Wolfgang Amadeus Mozart, approfondimento scientifico a cura di Paola de Salvo (dipartimento di Scienze politiche) e Susanna Pagiotti (dipartimento di Scienze politiche).
Giovedì 4 agosto, sempre il chiostro del rettorato, concerto che chiuderà a est il viaggio tra i punti cardinali – ma non della rassegna – con l’Orchestra da camera di Perugia e Stefan Milenkovich al violino, musiche di Antonín Dvořák, Wolfgang Amadeus Mozart, intervento scientifico di Emanuela Costantini (dipartimento di Lettere-lingue, letterature e civiltà antiche e moderne).
Venerdì 5 agosto gran finale per le famiglie nell’orto medievale del Cams con il “Giro del mondo in 80 minuti” guidati dal Quintetto di fiati dell’Orchestra da camera di Perugia insieme a Myungjae Kho, soprano, musiche di Wolfgang Amadeus Mozart, Johann Strauss figlio, Jacques Offenbach, Giuseppe Verdi, Enoch Sontonga, Leonard Bernstein, D.J. Kim. L’ultimo approfondimento scientifico sarà con Margherita Maranesi (dipartimento di Medicina veterinaria).
Tutti i concerti sono a ingresso gratuito su prenotazione: 331 2643443 – ilsuonodellaricerca@gmail.com

L’Europa, la crescita culturale ed economica, i prezzi. E un dubbio

palazzospada comune terni foto www.comune.terni.it.jpeg

Migliorare l’accesso alle pratiche edilizie: il Comune di Terni partecipa al bando della Regione