in , ,

Pd, un documento dei circoli apre la fase 2 delle candidature. E ora Betti sorpassa Chiodini. Ma attenti al “Golden man” di Bori

Territorialità e rispetto delle regole senza eccezioni: i circoli (oggi anche seguono la segreteria. Confermato Verini a Roma

m.brun.

PERUGIA – Abbiamo pubblicato il regolamento per le candidature voluto da Letta. Con diversi che si sono subito affacciati per dire che in tutte le regioni comunque si fanno però eccezioni.

«Noi non vogliamo eccezioni», questo è invece il senso del documento vergato dai segretari di circolo che si firmano (e che potete leggere qui di seguito). Sono periferici? Fermi: sono attese ad ora le firme dei mega circoli del Trasimeno, del Perugino, dell’Orvietano, del Ternano.
E il cerchio così si chiude: rispetto delle regole senza deroghe, comprese le contribuzioni e rispetto del criterio della territorialità.
Tutte le carte in mano quindi al segretario Bori, nonostante i tanti maldipancia dentro il partito.
Ricordiamo velocemente l’anticipazione di Umbria7 sui candidati del centrosinistra soprattutto su quelli del Pd: Anna Ascani è sicura per il posto (sicuro) del Pd alla Camera, come candidata voluta dal Nazionale. Per il posto sicuro al Senato è una corrida. Finora Giacomo Chiodini era in testa. Adesso sembra che il Trasimeno preferisca dividersi e perdere, piuttosto che compattarsi su un nome che li rappresenti. Per questo hanno sempre avuto tanti voti ma non hanno mai espresso un leader.
In questo momento Christian Betti ha sorpassato Chiodini. Ma attenti, Bori avrebbe un “Golden man” asso nella manica.
Per i collegi tutto ancora in alto mare.

QUI LA LETTERA DEI SEGRETARI DI CIRCOLO: LA NUOVA STAGIONE DEL PD UMBRIA A ROMA

Pos e imprese: «Gratuità sui micropagamenti»

Perugia, sottoposto a divieto d’avvicinamento insulta, picchia e deruba l’ex-compagna: fermato 29enne